Impiegato trasferito e non rimpiazzato, all'Inps ferme le pensioni dei marittimi: proteste

La denuncia dell'Orsa: "Ritardi inammissibili, da sei mesi c'è gente che aspetta il primo assegno. Pronti a manifestare". Il sindacato annuncia una diffida e la richiesta di accesso agli atti. Nessuna replica dalla direzione provinciale dell'istituto di previdenza

La sede Inps di via Laurana

Alla sede Inps di Palermo l'ufficio che si occupa delle pensioni dei marittimi è rimasto sguarnito. L'impiegato che lavorava le pratiche dei marittimi a novembre è stato trasferito, senza però essere rimpiazzato. Succede così che un centinaio di marittimi, che hanno già maturato i requisiti per la pensione, da mesi aspettano invano il primo assegno. Chi persino dallo scorso ottobre.

A denunciarlo è Giuseppe Prestigiacomo, segretario confederale dell'Orsa per la provincia di Palermo. "Il ritardo nella lavorazione delle pensioni è inamissibile. Il danno ricade tutto sulle spalle dei lavoratori del settore marittimo, che da più di sei mesi non hanno avuto liquidata la pensione".

La replica dell'Inps

"La situazione all'Inps è insostenibile" prosegue il sindacalista dell'Orsa, che attacca a testa bassa sull'organizzazione del lavoro: "I ritardi nell'erogazione delle prestazioni previdenziali sono dovuti anche ad un utilizzo distorto del personale, come nel caso dei marittimi. La persona che per anni se n'è occupata ha chiesto di essere trasferito ad altre mansioni. Ad oggi non si è trovato il modo per sostituirla. Intanto le pensioni sono ferme e gli ormai ex lavoratori stanno perdendo la pazienza. I dirigenti responsabili andrebbero rimossi". 

L'Orsa annuncia una diffida alla direzione provinciale dell'Inps e, contestualmente, avanzerà richiesta di accesso agli atti. "Se ci saranno i presupposti - conclude Prestigiacomo - procederemo con una denuncia penale e chiederemo i danni. Nel frattempo  stiamo organizzando il settore marittimo per una manifestazione sotto gli uffici dell'Inps di Palermo". Interpellata sulla vicenda, la direzione provinciale dell'Inps ha riferito (inizialmente) di non voler rilasciare dichiarazioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento