Vergine Maria, segata e gettata in mare la sbarra che vieta l'accesso alle auto in spiaggia

Era stata installata il mese scorso in prossimità della Tonnara Bordonaro, dove c'era un parcheggio abusivo. Il sindaco Orlando ha disposto il ripristino della protezione e una presenza della polizia municipale: "Gesto di volgari e incivili, non resteranno impuniti"

La sbarra gettata in mare

Ha avuto vita breve la sbarra installata a pochi passi dalla spiaggia di Vergine Maria, in prossimità della Tonnara Bordonaro, per impedire l'accesso alle auto in un parcheggio abusivo. Ignoti nella notte hanno provveduto a segarla e gettarla in mare.  

La protezione era stata montata lo scorso 28 giugno, rispondendo alle richieste di pedonalizzazione più volte avanzate dall'associazione Comitati Civici, dalla Pro Loco Nostra Donna del Rotolo - Vergine Maria e Palermo Indignata e dal Circolo Mesogeo di Legambiente.

salvo d'asta-2Il sindaco Leoluca Orlando ha disposto il ripristino e una presenza della polizia municipale "che prevenga l'utilizzo scorretto del litorale", bollando il gesto come l'azione di "volgari e incivili palermitani, che non comprendono che Palermo sta cambiando. Certamente non resteranno impuniti".

Parla di "attacco diretto alle istituzioni e alla legalità" il consigliere della Settima Circoscrizione, Salvo D'Asta, che afferma: "Non ci fermeremo fino a quando il cittadino non butterà giù il muro d'omerta. La Palermo che sta cambiando è stanca di subire queste umiliazioni. Adesso bisogna dare una risposta a questo scempio".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (18)

  • Avatar anonimo di Klauss
    Klauss

    scusate ma in questo specifico caso cosa c’entra Orlando?

    • È stato lui a montare la sbarra, non lo sapeva?

  • Orlando non è un capro espiatorio ma un capro respiratorio. Fintanto che non gli scade la cambiale ce lo dobbiamo assuppare.

  • Alla faccia della pomposità con quale era stata presentata la "novità"... Gesto riprovevole, ma al contempo, prevedibilissimo.

  • Palermo sta cambiando

  • Signori, vorrei ricordare l'ovvio, anzi ciò che dovrebbe esserlo: in questa vicenda abbiamo un unico colpevole: chi ha segato la sbarra. Non il sindaco....invece, come pronosticabile, una parte dei commenti menziona il sindaco come se, in questa vicenda, avesse qualche responsabilità di sorta. Io sono un detrattore storico di "luca", del quale ho sempre disprezzato l'ambiguità ideologica, l'ipocrisia morale, l'arrivismo politico e la incapacità come amministratore. Ma è del tutto evidente che, per una parte dei palermitani, orlando è diventato una sorta di ossessione, un capro espiatorio cui addossare qualunque colpa: qualche delinquente sega una sbarra in un quartiere periferico e il sindaco - giustamente- condanna il gesto? Si da addosso al sindaco, anziché biasimare gli ignoti autori del gesto. questo atteggiamento, sociologicamente interessante, costituisce una declinazione prettamente locale di una stortura ideologica tipicamente meridionale, che porta a dare la colpa di tutto alla autorità costituita. Non ho dubbi che questo modo di pensare sia il prodotto di una combinazione letale: scarsa intelligenza di base, ignoranza, condizionamenti culturali contingenti: ne scaturisce l'annullamento del senso critico e la incapacità di riconoscere la fonte dei problemi, ergo i loro responsabili, e quindi l'incapacità di assumersi la responsabilità dei risultati concreti delle proprie carenze. Non credo ci sia alcuna speranza di indurre alla ragione chi pensa in questo modo: trattasi di gente irrecuperabile, avvolta da una coltre di demenza impenetrabile alla ragione e al ragionamento fattuale. La cosa peggiore è che la prole di costoro erediterà, salvo sparute eccezioni, lo stesso atteggiamento.

  • Avatar anonimo di pietro
    pietro

    sarà il solito posteggiatore abusivo che si è voluto vendicare. Se ci riprova di nuovo, suggerirei una soluzione più drastica: fate un parcheggio a pagamento con cassa automatica e telecamere, così oltre a dissuadere i delinquenti filtrate pure un pò di fango e cominciate a selezionare l'utenza. Che i panormosauri si sciacquino la panza a casa, se non sono in grado di vivere civilmente

    • Da quando in qua, l'istituzione di un parcheggio a pagamento ha eliminato il parcheggiatore abusivo? L'illegalità va combattuta con la legalità!

  • Ollanno, va a livari tuttamunnizza prima ca viene u tifu.

  • Stupore! Stupore! Meno male che Orlando risolve tutto!

    • Provi Lei.

  • Gesti incivili e arroganti !! Dove ognuno crede di fare ciò che vuole. Ignoranti !

  • Avatar anonimo di giuseppe
    giuseppe

    Bastardi, delinquenti e *** di panormosauri

  • Colpa di ollando? Di billusconi? Di li nivuri? Di l'eu ropa?

    •  signor POCHINEURONINELCERVELLO stai diventando monotono con le tue litanie

  • Avatar anonimo di Salvatore
    Salvatore

    Mi piacerebbe scrivere un commento sincero ma su PalermoToday è impossibile perché censurano alla grande tutto ciò su cui non sono d'accordo... Mussolini sarebbe fiero di voi(non è un complimento). NO ALLA CENSURA POLITICA SINONIMO DI FASCISMO.

  • Avatar anonimo di indignato
    indignato

    Qualche parente di PIP o LSU di quelli assunti dal nostro "papà"...lo stile è quello. Gli incivili a palermo vengono premiati e assunti senza concorso! Percentuali bulgare assicurate

  • La prepotente inciviltà di larga parte dei palermitani non ha eguali!

Notizie di oggi

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    "Era ubriaco", Antonio Ingroia bloccato all'aeroporto di Parigi

  • Cronaca

    Il ritardo dell’aereo, lo scalo a Bergamo e il viaggio in pullman: 8 ore per raggiungere Venezia

  • Cronaca

    A maggio un piano straordinario per ripulire la città, si parte dalle periferie

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento