Amianto killer, condannati per omicidio colposo tre ex dirigenti Fincantieri

Il verdetto è stato emesso dal giudice monocratico Fabrizio La Cascia. Gli imputati non "avrebbero adottato le cautele previste dalla legge per le lavorazioni dell'amianto provocando la morte di cinque operai"

Non avrebbero adottato le cautele previste dalla legge per le lavorazioni dell'amianto provocando la morte di cinque operai.Amianto killer, condannati tre ex dirigenti Fincantieri Tre ex dirigenti dello stabilimento Fincantieri sono stati condannati a sei anni ciascuno per omicidio colposo. Il verdetto è stato emesso dal giudice monocratico Fabrizio La Cascia.

Luciano Lemetti, Antonino Cipponeri e Giuseppe Cortesi sono invece stati assolti per prescrizione del reato, per le contestazioni relative alle lesioni colpose. Ai familiari delle vittime, decedute per asbestosi e mesotelioma pleurico, è stata riconosciuta una provvisionale di 400mila euro, mente all'Inail di 800mila. E' il terzo processo che si celebra a Palermo per i morti alla Fincantieri di Palermo. Tra le parti civili anche la Fiom, assistita dall'avvocato Fabio Lanfranca.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Con lo scooter investì e uccise un anziano e il suo cane, morto un trentenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento