Via Maqueda, tenta il colpo in un minimarket: rapinatore ucciso nella notte

La vittima è un uomo di circa 30 anni che avrebbe avuto una colluttazione con il titolare dell'attività, a due passi da Giurisprudenza. Sul posto è intervenuta la polizia che ha ascoltato il commerciante per ricostruire quanto accaduto

Il minimarket con i sigilli apposti dalla polizia in via Maqueda

Una rapina finisce nel sangue in via Maqueda. Un rapinatore di circa 30 anni è morto stanotte in centro nel corso di un colpo a un minimarket. Feriti anche due bengalesi, addetti al negozio di proprietà di un loro connazionale. Secondo le prime informazioni a uccidere il ladro nel corso di una colluttazione sarebbe stato uno dei due dipendenti del market Ronju Shop, che si trova a poche decine di metri da Giurisprudenza e Palazzo delle Aquile. E' successo tutto tra le 2 e le 2.30, come hanno riferito alcuni testimoni. A chiarire la dinamica dei fatti saranno gli investigatori della polizia.

Aggiornamento: identificata la vittima, si tratta di un 37enne palermitano

Un tentativo di rapina finito dunque nel peggiore dei modi: non sarebbero stati esplosi colpi d'arma da fuoco, come invece riferito in un primo momento. Il dipendente avrebbe utilizzato un bastone di legno, mentre la vittima aveva impugnato una bottiglia di vetro rotta. Qualcuno fra i residenti, sentendo un gran francasso e le sirene, è sceso in strada. Ferito in modo lieve anche un cliente che sarebbe intervenuto per soccorrere il commerciante.

Gli agenti hanno circoscritto l'area per avviare le indagini ed eseguire i rilievi all'interno del minimarket che questa mattina risultava chiuso e con i sigilli della polizia. Sequestrato per accertamenti il bastone utilizzato per colpire il rapinatore. Guardando all'interno del Ronju Shop di via Maqueda 169 attraverso la vetrata dell'ingresso ancora in mattinata erano visibili alcune bottiglie e altri prodotti sparsi sul pavimento, dove si nota anche qualche macchia di sangue.

Aggiornamento: arrestati i due bengalesi con l'accusa di omicidio

Il dipendente è stato ascoltato durante la notte per raccontare la sua versione dei fatti. Dovrà spiegare agli investigatori cosa sia accaduto, se conoscesse il rapinatore e se ci fossero stati dei precedenti. Sulla base di queste informazioni e dei riscontri l'autorità giudiziaria stabilirà come procedere nei suoi confronti dopo un secondo interrogatorio davanti al magistrato e agli agenti della Squadra Mobile.

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Cactus mania, avere piante grasse in casa non è solo bello ma fa anche (molto) bene

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia fra Palermo e New York, 19 arresti: decapitato mandamento di Passo di Rigano

  • Morto noto commerciante palermitano, era lo zio di Eleonora Abbagnato

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

  • Mafia, blitz tra Palermo e New York: i nomi degli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento