Lavoratori Asu pronti a protestare: "Per la stabilizzazione manca la volontà politica"

A parlare sono i segretari regionali dell’Ale Ugl Sicilia Vito Sardo e Mario Mingrino che chiedono di approvare il provvedimento all’Ars: "Da più di 20 anni svolgono mansioni fondamentali per l’erogazione di servizi pubblici essenziali ai cittadini"

“Per la stabilizzazione dei 5 mila Asu non servono risorse in più, ma la storicizzazione della spesa. Approvare il provvedimento per le forze politiche all’Ars, quindi, è solo una questione di volontà. Invitiamo i lavoratori gli amministratori locali e i dirigenti degli enti utilizzatori a fare pressione sul governo regionale e sulla deputazione”. A parlare sono i segretari regionali dell’Ale Ugl Sicilia Vito Sardo e Mario Mingrino che annunciano anche di essere pronti a protestare in ogni modo, dallo sciopero alle manifestazioni ai sit-in, per raggiungere l’obiettivo.

“A partire da domani – concludono i sindacalisti – manifesteremo la rabbia dei lavoratori nei confronti del governo regionale, nella persona dell'assessore Scavone, per lo stato a cui sono costretti per mera volontà politica. Da più di 20 anni gli Asu svolgono mansioni fondamentali per l’erogazione ai cittadini di servizi pubblici essenziali, in cambio di indennità che non superano i 600 euro mensili. Una condizione che non siamo più disposti a tollerare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Belmonte, Bmw finisce fuori strada e prende fuoco: morti due ragazzi

  • Rovigo, palermitano strangola e uccide la moglie di 23 anni

  • Via Maqueda, colpito alla testa mentre passeggia: grave 33enne

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

  • Mafia, sequestrato tesoro del boss Salerno: ci sono anche tabaccheria e focacceria

Torna su
PalermoToday è in caricamento