Ricorso contro l'impianto di compostaggio rifiuti a Terrasini, il Tar prende tempo

Il giudice ha rinviato la sentenza definitiva sul progetto: fissata tra sei mesi un'udienza di merito. Il comitato Zucco Paterna: "E' una prima vittoria". Più cauto il sindaco Maniaci: "Siamo contenti perché il giudice ha accolto la nostra istanza ma è ancora tutto da vedere"

Bisognerà attendere sei mesi per sapere se in contrada Paterna, a Terrasini, nascerà oppure no il contestato impianto di stoccaggio e di compostaggio rifiuti non pericolosi. Nel corso dell'udienza di ieri il Tar ha preso del tempo per emettere la sentenza definitiva sul progetto: il giudice ha fissato un'udienza di merito a giugno.

"È una prima vittoria del nostro Comitato Zucco Paterna, assistito dall'avvocato Carlo Pezzino Rao, che ha lottato - afferma Antonio Catalfio, membro del comitato - per fermare l'impianto nelle campagne produttive di Terrasini". Più cauto il sindaco Giosuè Maniaci: "Siamo contenti perchè il giudice ha accolto la nostra istanza - commenta il sindaco Giosuè Maniaci - ma è ancora tutto da vedere. Non c'è nessuna sospensiva alle autorizzazioni quindi non resta che aspettare l'udienza di merito fissata tra sei mesi". 

Il Comune in questi mesi di lotta è stato al fianco dei residenti che non vogliono l'impianto e ha presentato ricorso contro il provvedimento regionale che autorizza la ditta “Edil Ambiente” alla realizzazione e gestione dello stesso nominando come suo legale Francesco Stallone. L'amministrazione ha dato seguito alla volontà espressa dal Consiglio comunale che facendo proprie le preoccupazioni della cittadinanza, delle associazioni ambientaliste e delle categorie produttive turistico-alberghiere, ha manifestato già in fase procedimentale la contrarietà al progetto lesivo di superiori interessi pubblici ritenuti meritevoli di tutela.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Tempi biblici... Burocrazia bigotta... Sistema giudiziario da rettificare...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • Cronaca

    Fece esplodere una pen drive che ferì un poliziotto: Unabomber palermitano in manette

  • Cronaca

    L'autista palermitano è ubriaco, 66 parrocchiani in gita devono cambiare bus

  • Cronaca

    "Per l'attentato all'Addaura Giovanni tradito da organi istituzionali", l'accusa di Morvillo

I più letti della settimana

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

  • "Ha provato a toccarmi", papà di una dodicenne picchia bidello di una scuola del Villaggio

  • Circoscrizioni a Palermo, gli indirizzi e i recapiti delle otto zone della città

  • Rapina al Lidl di via Roma, l'allarme lanciato su Facebook: arrestati tre minorenni

Torna su
PalermoToday è in caricamento