Portati via pc, monitor e stampante alla Guadagna: terzo furto in poco più di un mese

A venti giorni dall'ultimo episodio i ladri sono tornati a colpire al poliambulatorio di via Giorgio Arcoleo entrando nella stanza del direttore. Forzata e svuotata la gettoniera di un distributore di caffè. Indaga la polizia

La scrivania del direttore senza pc, monitor e stampante

Terzo furto in poco più di un mese al poliambulatorio della Guadagna. I ladri sono entrati ancora una volta all'interno del presidio territoriale di assistenza di via Giorgio Arcoleo portando via il computer, il monitor e la stampante che si trovavano nella stanza del direttore. Ad accorgersene questa mattina è stato il personale alla riapertura della struttura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Oltre ai dispositivi elettronici, come se non bastasse, i ladri hanno forzato la gettoniera del distributore di caffè portando via poche decine di euro in monete. L’ultimo episodio risale allo scorso 10 giugno. Anche in quell’occasione i ladri avevano portato via pc e monitor dai alcuni uffici. A indagare sui raid gli investigatori della polizia dopo gli accertamenti della Scientifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto al largo di Palermo, scossa di magnitudo 2.7 avvertita dalla popolazione

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

Torna su
PalermoToday è in caricamento