Zona via Altofonte, boato scuote mezzo quartiere: esplodono 7 bombole di gas

E' successo in un magazzino utilizzato per cucinare la "frittola". Sul posto i vigili del fuoco per domare le fiamme, i sanitari del 118 e i carabinieri. Evacuate dieci abitazioni

Fumo nero nella zona di via Altofonte - foto Giovanni Siino

Un boato a ora di pranzo. Poi le fiamme e il panico. E' successo tutto in pochi attimi, poco prima delle 13.40 in un magazzino di via Cartiera, la continuazione di via Uccello, nella zona di via Altofonte-Olio di Lino. Qua sono esplose sette bombole di gas utilizzate per cucinare la "frittola”. Sul posto sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco per domare le fiamme.

"L'esplosione si è verificata all'interno di una casa rurale", hanno spiegato dal 115. All'interno c'erano 15 bombole, la metà è scoppiata. Il locale è stato sottoposto a sequestro: era abusivo. Evacuate una decina di case. Nella zona di via Altofonte in tanti hanno avvertito il boato. Poco dopo si è alzata una colonna di fumo nero visibile anche nei quartieri vicini.

"Abbiamo sentito il boato e siamo scappati" | Video

Alcuni residenti sono stati soccorsi dai sanitari del 118, allertati dopo le numerose telefonate. Qualcuno è stato colto da attacchi di panico per le esplosioni e due donne incinte sono state visitate in ambulanza a scopo preventivo. Le loro condizioni sono comunque buone. Sono intervenuti anche i carabinieri che hanno ascoltato alcuni testimoni e stanno indagando per chiarire le cause.

L'arrivo dei vigili del fuoco dopo l'esplosione| Video

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Incidente a Terrasini, scontro auto-moto: morto 38enne, grave una donna

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

Torna su
PalermoToday è in caricamento