Posti di blocco in viale Regione e centinaia di controlli, Orlando: "I vigili useranno i droni"

L'Enac ha dato l'autorizzazione alla polizia municipale. Con la sorveglianza dal cielo, il Comune punta a monitorare gli spostamenti dei palermitani e individuare eventuali scampagnate a Pasqua. Intanto raffica di persone fermate nella circonvallazione

Foto di Stefano Patania/ Ufficio Stampa Comune di Palermo

La sorveglianza dal cielo per monitorare gli spostamenti dei palermitani, già nel weekend di Pasqua. L'Enac ha dato l'autorizzazione alla polizia municipale di Palermo per usare i droni nei controlli antivirus. Lo ha comunicato il sindaco Leoluca Orlando, nel corso della prima seduta online del Consiglio comunale, andata avanti per lungo tempo tra interventi-fiume e qualche polemica.

I droni entreranno in funzione qualche giorno: l'attività, fa sapere il Comune, "sarà oggetto di specifica comunicazione". Il sindaco ha annunciato che potrebbero essere impiegati sabato, domenica e lunedì per individuare le persone che violano i divieti anticontagio uscendo da casa. Si temono le scampagnate di Pasqua e per questo i droni sorveglieranno soprattutto gli spazi verdi (che comunque saranno chiusi al pubblico), a partire dalla Favorita.

La parola d'ordine è contenere il contagio per frenare l'avanzata del Coronavirus. Che tradotto vuol dire: maggiori controlli. Anche dall'alto. I droni consentiranno la trasmissione in tempo reale delle immagini alla sala operativa della polizia municipale: ciò significa che se dovessero segnalare la presenza di assembramenti, i vigili - o altre forze dell'ordine - avrebbero la possibilità di intervenire tempestivamente sul posto localizzato dai droni.

Intanto è tuttora in corso (è partito oggi pomeriggio) un intervento congiunto interforze cui partecipa anche la polizia municipale per verificare il rispetto delle normative nazionali e regionali in tema di emergenza Covid-19. Posti di blocco sono stati infatti organizzati lungo la carreggiata centrale della circonvallazione .

"Si tratta - ha detto il sindaco Orlando, confermando l'apprezzamento per il lavoro svolto da tutte le forze dell'ordine e della polizia municipale - di un nuovo segnale chiaro e forte sul divieto di violare le norme di contrasto al contagio, un modo per ricordare che restare a casa è il modo più sicuro per proteggere sé stessi e i propri cari".

Intanto prosegue l'attività della polizia municipale che tra ieri ed oggi (il dato si riferisce fino alle ore 15 di oggi) ha controllato 309 persone nell'ambito delle attività di servizio per il rispetto dei provvedimenti nazionali e regionali per la prevenzione del contagio. "Tutte queste persone hanno dimostrato l'effettiva l'effettiva motivazione agli spostamenti", hanno spiegato dal comando di via Dogali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Controllate anche 22 attività commerciali che sono risultate in regola con il rispetto delle prescrizioni igienico-sanitarie. Ieri pomeriggio è stato nuovamente sanzionato un venditore abusivo già multato e denunciato sabato scorso con il relativo sequestro il mezzo con cui esercitava abusivamente la vendita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Via dell'Arsenale, donna si lancia dal balcone e muore

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Malore mentre fa il bagno al mare, morta una donna a Mondello

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

Torna su
PalermoToday è in caricamento