menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Chiude di nuovo la discarica di Siculiana, emergenza rifiuti per 29 Comuni

Si tratta delle Amministrazioni che non hanno firmato il contratto di servizio con la ditta Catanzaro, proprietaria dell'impianto, entro la scadenza prevista. Cancelli chiusi ai mezzi che avrebbero dovuto scaricare i rifiuti

La discarica di Siculiana

Chiusa nuovamente la discarica di Siculiana e per i 29 comuni del Palermitano che non hanno firmato il contratto di servizio torna l’emergenza. Nonostante il vertice in assessorato dello scorso lunedì, che sarebbe servito a garantire il conferimento di 500 tonnellate di rifiuti al giorno per una cinquantina di Comuni, questa mattina ad alcuni mezzi non è stato consentito scaricare alcunché.

L’esito dell’incontro della scorsa settimana ricalcava quanto previsto dall’ordinanza d’emergenza firmata dal presidente della Regione Rosario Crocetta, ovvero la possibilità di smaltire rifiuti nelle discariche siciliane sforando i livelli normalmente consentiti. I 29 Comuni con il "problema rifiuti" avrebbero dovuto sottoscrivere entro la scadenza di ieri il contratto con la ditta Catanzaro, che per questa ragione ha chiuso i cancelli ai camion in arrivo.

Alla soddisfazione dell’assessore regionale Vania Contrafatto della scorsa settimana, che aveva annunciato una conferenza di servizi con gli organi di "controllo per valutare le condizioni dell’impianto e la capacità di ricezione dei conferimenti”, si era contrapposto il disappunto dei sindaci: "Inaccettabile che le imprese private, che in Sicilia gestiscono le discariche, continuino a tenere sotto scacco i Comuni". La ditta Catanzaro, dal canto suo, aveva fatto sapere che non sarebbe stato possibile conferire oltre i limiti per "questioni ambientali e sanitarie”.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Sposo colpito in pieno volto dal drone, il matrimonio finisce in ospedale

    • Incidenti stradali

      Gli amici piangono Alessandro Nasta: più di mille per i suoi funerali

    • Cronaca

      Vagava chiamando "mamma", bimbo di 3 anni trovato nella notte in corso Amedeo

    • Incidenti stradali

      Incidente in via Castelforte, auto contro scooter: morto operatore tv della Rai

    Torna su