"Contro il ministro delle interiora, 49 milioni di stigghiola": lenzuoli e adesivi contro Salvini

L'arrivo del leader della Lega in città ha scatenato l'estro di cittadini e studenti che hanno ideato vari slogan per "accogliere" il ministro. Lanciata una campagna simile a quella di Addiopizzo di 15 anni fa. "Un siciliano che vota Salvini è un siciliano senza dignità"

Quindici anni Palermo si è svegliata trovando la città tappezzata di adesivi nei quali si leggeva: “Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità”. Oggi, nel giorno del ventisettesimo anniversario della strage di Capaci, qualcuno ha deciso di utilizzare la stessa modalità comunicativa, disseminando le strade di adesivi per con un messaggio contro il partito del ministro della Difesa e contro chi deciderà di sostenerlo alle urne. “Un siciliano che vota Lega è un siciliano che non conosce o non rispetta la propria storia. Un siciliano che vota Salvini è un siciliano senza dignità”.

Falcone, Palermo celebra un altro 23 maggio | Diretta

L’accoglienza per il ministro Salvini, arrivato in città stamattina per partecipare agli eventi commemorativi per il giudice Giovanni Falcone, la moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sorta, non è stata delle migliori. Oltre agli adesivi che richiamano graficamente la campagna antiracket di Addiopizzo sono apparsi striscioni, lenzuoli e cartelloni con gli slogan più diversi, “Non ti vogliamo”, “Aprite cuori, menti e porti”, “La scuola è libera e i balconi pure” (con riferimento alla vicenda della prof sospesa) e “Contro il ministero delle interiora, 49 milioni di stigghiola”.

Anagrammi e giochi di parole negli striscioni anti Salvini, Gabrielli: "Mai dato direttive repressive"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento