rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Elezioni comunali 2012

Sindaco, Mpa e Fli lanciano Aricò: "Una scelta di discontinuità"

Sarà anche il candidato di Aps e della lista formata dagli assessori regionali Russo e Armao. Briguglio non chiude le porte all'Udc: "E' compatibile con il nostro progetto"

Alessandro Aricò è ufficialmente il candidato sindaco di Mpa, Fli, Aps e della lista formata dagli assessori regionali Massimo Russo e Gaetano Armao. “Abbiamo grandi possibilità di arrivare al ballottaggio" ha detto Aricò. Questo pomeriggio il giovane deputato regionale di Futuro e libertà ha incontrato i giornalisti, insieme con il governatore Raffaele Lombardo, gli assessori regionale Gaetano Armao e Domenico Russo e il coordinatore regionale di Fli, Carmelo Briguglio, per lanciare la corsa verso Palazzo delle Aquile.

"Una scelta di discontinuità con la precedente amministrazione". Da Lombardo a Briguglio, il tema principale della conferenza stampa è stato questo. “La candidatura di Alessandro Aricò – ha detto Briguglio - è un punto di rottura, l'alternativa rispetto al ciclone Cammarata che ha distrutto non solo finanziariamente ma anche moralmente Palermo”. E quando i giornalisti chiedono se l’aver fatto parte della giunta Cammarata possa danneggiarlo, Aricò risponde: “No, assolutamente. Sono stato fino al 2008 assessore della giunta di Diego Cammarata, ma poi ho rotto  con lui ed ero in contrapposizione con l'ex sindaco. Quando me ne sono andato, con il bilancio in pareggio, il mio assessorato è stato smantellato dopo aver raggiunto ottimi risultati. Il disastro è avvenuto negli ultimi tre anni”.

E parlando di Massimo Costa, fino a sabato mattina candidato del Terzo Polo, Aricò chiarisce: “Non potevamo cadere nella trappola che ci avevano teso alcuni amici, per fortuna ce ne siamo accorti in tempo..”. Sull’argomento è arrivata una battuta ironica di Raffaele Lombardo: “Se anche lui passa con il Pdl lo uccido...”. Che poi ha aggiunto: “Aricò segna una discontinuità rispetto all'ultima fase dell'amministrazione Cammarata – ribadisce Lombardo - è un candidato giovane, una persona seria, un uomo con una grande esperienza di amministratore. Il mio impegno al suo fianco sarà incondizionata”.

Sulle alleanze, Briguglio è stato chiaro: "Abbiamo appreso che Pdl e Grande Sud sosterranno Massimo Costa, non abbiamo ancora notizie sulle scelte dell'Udc. Il nostro candidato è compatibile con l'Udc ma rispettermo le decisioni che prenderà e saremo leali anche in campagna elettorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sindaco, Mpa e Fli lanciano Aricò: "Una scelta di discontinuità"

PalermoToday è in caricamento