Palermo, ricordi Lo Faso? L'ex rosa riparte dalla C: "Ora sto bene, ho sensazioni positive"

Nel 2017 era finito alla Fiorentina per giocarsi un posto con i grandi. La realtà però è stata più dura dei sogni per la stellina palermitana classe 1998 che ora cerca il rilancio con la sua nuova squadra, il Cesena

Simone Lo Faso ai tempi della prima esperienza nel Palermo

Fino a due-tre stagioni fa era un giocatore molto quotato. Al punto da finire alla Fiorentina per giocarsi un posto con i grandi. La realtà però è stata più dura dei sogni per Simone Lo Faso, stellina palermitana classe 1998. Dopo essere finito al Lecce, l'esterno offensivo - impiegabile anche come seconda punta - nell'ultimo giorno della sessione invernale del calciomercato, è stato preso dal Cesena. Un doppio capitombolo all'indietro: dalla A alla C. Giusto così, forse. Lo Faso non è più un ragazzino e tra pochi giorni compirà 22 anni. Nelle ultime stagioni ha giocato pochissimo. Ora cerca un rilancio in Romagna. Ha firmato col Cesena fino al giugno del 2020.

Lo Faso deve scacciare i fantasmi dopo il brutto infortunio del 10 aprile 2018, quando in seguito ad uno scontro in allenamento con la Fiorentina, riportò la frattura spiroide del terzo distale del perone sinistro, terminando così anzitempo la stagione.

"Ho solo sensazioni positive - ha detto oggi Lo Faso intervistato da Sky -. Sicuramente non è la categoria che appartiene a questa società, si vede benissimo che è una società storica di Serie A e questo è quello che mi ha spinto sicuramente a venire qui. Sto bene e spero di farmi conoscere il prima possibile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

Torna su
PalermoToday è in caricamento