San Tommaso-Palermo: Floriano parte titolare, novità a centrocampo

Contro gli irpini esordio per l'ex attaccante del Bari. Ancora problemi fisici per Martin, la soluzione potrebbe essere l'inserimento dal primo minuto di Mauri con Langella e Martinelli. Pergolizzi respinge le critiche: "Meglio fischiare me che la squadra"

Il tecnico Pergolizzi in conferenza stampa

Pergolizzi manda in panchina le critiche e punta dritto al San Tommaso: “Sarò sempre un parafulmine per la mia squadra, nel post partita non è stata colta la mia ironia”. E in attacco sarà subito rivoluzione: Floriano partirà titolare, soltanto panchina invece per Ficarrotta. Cambio di look anche a centrocampo. 

Era un Palermo cinico e spietato quello che esattamente un girone fa vinceva 3-2 contro gli irpini del San Tommaso. Tanti gol (due di Ricciardo) e una caterva di azioni pericolose. Quel Palermo riusciva a mettere tutti d’accordo, e chissà che gli uomini di Pergolizzi non possano ritrovarsi definitivamente proprio contro gli irpini, sabato pomeriggio al Modestino De Ciccio di Pratola Serra. "Sappiamo benissimo - ha detto il tecnico rosanero in sala stampa - che il San Tommaso lotterà da qui al termine del campionato con i denti e con le unghia per scongiurare la retrocessione. Davanti ai loro tifosi poi saranno ancora più motivati, ma dovremo esserlo anche noi. Non so se riusciremo a replicare le dieci vittorie di fila, ma se l’andazzo del campionato è questo ci toccherà pedalare, e tanto anche. Proveremo a fare quanti più punti possibili. Ai miei ragazzi dopo il match col Marsala ho detto di vivere la partita nel modo giusto, cercando di essere anche un pizzico più sereni". 

Già, "sereni", proprio com’è apparso quest’oggi Pergolizzi nonostante le tante critiche ricevute nelle ultime settimane da una parte del tifo palermitano che sembra non gradire affatto il gioco espresso da Ricciardo e compagni. “Non sono mica un scemo, la risposta sui fischi rivolti a Felici era ironica. Ricordatevi che mi tocca gestire uno spogliatoio di grandi e giovani e poi, ribadisco: meglio fischiare me che la squadra. Al di là di tutto - ha confessato Pergolizzi - credo che se dovessimo fare male, alla fine, saremo tutti un po’ responsabili. Non fraintendetemi, quella di allenare il Palermo, è una grandissima responsabilità, io sono l’artefice, il più esposto di tutti. Ben venga il fatto che io sia un parafulmine per la squadra, inoltre mi hanno fatto molto piacere le dichiarazioni del presidente. Dobbiamo scrivere la storia, ogni domenica dobbiamo scendere in campo per vincere. Questo è sempre stato messo in chiaro fin dal primo giorno”. 

E per vincere anche sabato pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 14.30) Pergolizzi sembra intenzionato a rimodellare il suo undici iniziale. In avanti ci sarà sicuramente Floriano, spetterà all’ex attaccante del Bari portare nuova enfasi a un reparto che non sta certamente vivendo i suoi giorni migliori. "Floriano è un acquisto importante, fra l’altro da me molto gradito. Vuole dare una mano alla squadra e i suoi compagni ne sono contenti di questo, anche perché parliamo di un giocatore che ha esperienza da vendere avendo già giocato a ottimi livelli. Mi auguro che possa far crescere la squadra in termini di serenità soprattutto. Mi aspetto tanto da lui, ha grande personalità”. Ma qualcosa potrebbe cambiare anche a centrocampo, anche perché “l’altro ieri Martin si è dovuto fermare per un problema. L’ecografia - ha concluso Pergolizzi - dice che è tutto ok, ma il giocatore non è al cento per cento". La soluzione potrebbe essere ancora una volta l’inserimento dal primo minuto di Mauri, che tanto bene ha fatto domenica scorsa col Marsala. 

Qui Palermo

E adesso sì che la difesa fa rima con zoccolo duro. Si cambia in avanti e in mezzo al campo, ma guai a toccare il solido quartetto difensivo. Davanti a Pelagotti dunque giocheranno ancora una volta Crivello e Lancini, con Doda e Vaccaro sulle corsie. Ballottaggio a centrocampo fra Kraja e Langella, sicuro invece di una maglia da titolare capitan Martinelli. 

Qui San Tommaso

Irpini sconfitti per 2-0 sul campo del Savoia. E il prossimo ostacolo da superare si chiama Palermo, ma questa volta però il San Tommaso giocherà lontano dalla bolgia del Renzo Barbera. Classico 3-5-2 per gli uomini di Liquidato con il tandem offensivo composto da Sabatino e Stoia. 

Probabili formazioni

PALERMO (4-3-3): Pelagotti; Doda, Lancini, Crivello, Vaccaro; Langella; Mauri; Martinelli; Floriano; Felici, Ricciardo. All. Pergolizzi. 

SAN TOMMASO (3-5-2): Landi; Colarusso, Pagano, Mannone; Madonna, Massaro, Cadtro, alleruzzo, Lambiase, Sabatino, Stoia. All. Liquidato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento