Palermo vicino al fallimento, la società smentisce: "Notizie false"

Duro attacco da viale del Fante: "L'ultimo bilancio chiuso in sostanziale pareggio. Gravemente danneggiati dalla diffusione di queste notizie, che incidono negativamente sui rapporti con le altre società in sede di calciomercato"

Foto Francesco Giacalone

"Il Palermo non è a rischio fallimento". Questo quanto precisa la società rosanero attraverso un comunicato dei legali Enrico Sanseverino e Francesco Pantaleone dopo le notizie trapelate nei giorni scorsi (VAI ALL'ARTICOLO). "Da qualche tempo - si legge nella nota - gli organi di comunicazione, stampa e social, rappresentano che l'Us Città di Palermo spa, versando in precaria condizione economica, sarebbe prossima al fallimento e che, addirittura, il presidente Maurizio Zamparini potrebbe 'consegnare' la società nelle mani del Sindaco della città. Tale situazione, a detta dei media, sarebbe stata principalmente causata dal contenzioso in essere con la società Pencilhill, relativa alle note vicende connesse al trasferimento del calciatore Dybala. l'Us Città di Palermo - continua la nota - si ritiene gravemente danneggiata dalla diffusione di siffatte notizie, tanto più che queste non corrispondono al vero. Si precisa, infatti, che il contenzioso con la Pencilhill è prossimo alla definizione e che la società ha chiuso l'ultimo bilancio al 30 giugno 2016 in una situazione di sostanziale pareggio, conformemente a quello precedente".

LEGGI ANCHE - CALCIOMERCATO, ARRIVA SUNJIC

Quindi secondo la società se la situazione in sede di calciomercato è in fase di stallo sarebbe causa anche di queste "false notizie". "Tali notizie - prosegue la nota del club rosanero - appaiono ancor più pregiudizievoli per la società considerato che la loro divulgazione avviene in concomitanza allo svolgimento della campagna trasferimenti invernale ed incide negativamente sui rapporti con le altre società di calcio, gli atleti ed i procuratori sportivi, inducendo tali soggetti a dubitare della solidità economica e patrimoniale della società e della possibilità che essa possa onorare gli assumendi impegni. A fronte della descritta inaccettabile situazione, la l'Us Città di Palermo comunica che, d'ora in avanti, non tollererà più alcun comportamento strumentale e denigratorio nei propri confronti, riservandosi di appellarsi agli organi competenti per la tutela della propria immagine e dei propri diritti".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Era scomparso giovedì, 40enne ritrovato in centro: "Ha già abbracciato le sue bimbe"

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Produce documenti falsi per percepire il reddito di cittadinanza: denunciato

  • Il duplice omicidio allo Zen, veglia notturna non autorizzata ai Rotoli: familiari allontanati

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

Torna su
PalermoToday è in caricamento