Palermo in C, Bonanno: "Coloriamo di rosa la città”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La scelta della procura federale di condannare il Palermo alla retrocessione in serie C, non soltanto è ingiusta, ma ha dell’incredibile. Una sentenza che punisce una città ed una regione intera". Queste le parole di Domenico Bonanno, coordinatore dei giovani di Diventerà Bellissima e fondatore di #ToccaAnoi sulla vicenda che riguarda la condanna del Palermo calcio. “L’invito che rivolgiamo a tutti i palermitani - dice - tifosi e non, è quello di avere uno scatto d’orgoglio e testimoniare affetto e vicinanza nei confronti della squadra e la contrarietà nei confronti di questa condanna, profondamente iniqua. Come iniqua è la decisione di non attendere la sentenza di secondo grado, per lo svolgimento dei play off. Tocca a noi alzare la testa e far sentire la voce di una città e di una regione intera, che non vogliono subire l’ennesima ingiustizia, che di sportivo ha ben poco. Una bandiera, una sciarpa o semplicemente un nastro rosanero ad ogni angolo, ad ogni finestra, ad ogni vetrina. un modo per colorare la città e manifestare il nostro orgoglio".

Torna su
PalermoToday è in caricamento