Targa Florio, l'Ac festina lente partecipa con due equipaggi nella categoria "historic"

La felicità, con una punta di amarezza, del presidente onorario maestro Pippo Madè e del presidente Rosario Lo Cicero Madè per la quarta presenza consecutiva all'importante kermesse

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Dal 3 al 5 maggio si svolgerà, organizzata dall'Aci Palermo e in collaborazione con l'Aci Sport Italia, la 102esima edizione della Targa Florio che include anche la manifestazione "Historic", valida per il Campionato Italiano riservato alle veterane. E' proprio in questa particolare ed affascinate sezione, quella appunto riservata alle vetture d'annata, che sarà presente l'associazione culturale Festina lente che ha sede a Monreale ed il cui presidente onorario è il maestro Pippo Madè.

"L'importante per noi - dice l'artista palermitano - è essere presenti. Non siamo una scuderia ma bensì una associazione culturale che fa dello sport automobilistico una pura occasione d'incontro e di sportività, nel segno dei valori più puri ed umili dello sport. Chi sta con noi prima, che mostrare le sue doti di guida, deve mostrare le capacità umane basate sul rispetto all'interno del sodalizio e poi per gli avversari. I vincoli di amicizia che legano i nostri piloti deve essere imprescindibile".

Gli fa eco il figlio Rosario, presidente dell'associazione che sin dal lontano 1981 gareggia con i kart prima e con le auto dopo e che è anche pubblicista iscritto all'Ordine dei giornalisti: "Qualcuno nei giorni precedenti la Targa Florio ha pensato abbastanza meschinamente e sbagliando di farci uno sgarbo, togliendoci qualche nostro top driver. Ma noi non ce la prendiamo. Del resto - prosegue il presidente - non abbiamo grandi possibilità economiche e chi corre per i nostri colori lo fa a sue spese e per un legame di semplice e pura amicizia, nel segno della cultura e dell'arte. E' chiaro che questa decisione di gareggiare per altri li porrà, così come ad inizio stagione è stato per un altro dei nostri ex equipaggi ed almeno per quanto riguarda i rally, fuori dalla nostra associazione culturale in maniera indiscutibile e inderogabile".

Al via della 120esima Targa Florio ci sarà per la Ac Festina lente la Opel 1900 GT del 1971 di Francesco Mannino, coadiuvato alle note da Giuseppe Amato (che gareggeranno nel Gruppo GTS) e la Bmw 2002 Ti del 1969 di Pierluigi Fullone, coadiuvato alle note dall'esperto Francesco La Franca (che gareggeranno invece nel Gruppo TC 2000 con la bella vettura preparata a Rosario Fullone).

Torna su
PalermoToday è in caricamento