Ac Festina Lente: bene nel 16° slalom di Custonaci, giornata controversa alla 62esima Monti Iblei

La pioggia disturba le gare ed i piloti della AC Festina lente impegnati a Custonaci ed a Chiaramonte Gulfi ne risentono.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Monreale 02.09.2019 - Fine settimana contrastato e, per molti versi controverso, quello dell’Associazione Culturale Festina lente presieduta da Rosario Lo Cicero Madè “non ho voluto volontariamente prendere parte alla 62^ Monti Iblei e preferisco evitare, almeno per il momento, di spiegarne i motivi - dice Rosario - i nostri piloti che vi hanno preso parte, sono sicuramente stati infastiditi dalla pioggia e dalle lunghe pause prima della ripresa della gara e così, Rocco Aiuto con la Osella PA20S che al sabato aver fatto segnare il 12° riscontro cronometrico assoluto, ha preferito caricare la macchina sul bilico e andare via; stessa decisione l’ha presa anche Diego Bartolotta, impegnato con la bella BMW 2002 Ti tra le storiche e che, sempre al sabato, era andato molto bene. Giornata ancora negativa - prosegue il Presidente - quella di Natale Giordano, la cui Fiat X1/9 storica, ha evidenziato improvvisi problemi al cambio ed al motore che lo hanno costretto al ritiro; bene, tutto sommato, Ignazio Fundarò, ottimo 30° assoluto tra le storiche ed oltretutto vincitore, con la VW Golf GTI, della Classe TC 1.6.

La gara di Ignazio Amato - dice ancora Rosario - merita invece un capitolo a parte, infatti, il nostro bravo driver, con l’arrivo della pioggia ha montato le gomme rain ma, mentre era già in allineamento, il sole ha fatto capolino tra le nuvole ed ha dovuto affrontare la gara con gomme ovviamente poco performanti. Per Ignazio Amato - conclude Madè - un 35° posto assoluto, il secondo posto in Classe Racing Start Plus 2.0 e, fattore più importante, punti utilissimi nel Campionato Siciliano e nell’ambito TIVM (Trofeo Italiano Velocità Montagna) che sarebbe, una volta vinto, un risultato di prestigio per i nostro pilota alcamese ed anche per il nostro Sodalizio”. Migliore la situazione finale del 16° Slalom Internazionale dei Marmi di Custonaci che vedeva impegnati quattro alfieri della AC Festina lente “anche lì - dice Rosario - la pioggia ha creato non pochi problemi ed ha costretto l’organizzatore ad una lunga pausa dopo la prima manche, poi è spuntato il sole e così la manifestazione ha avuto pieno svolgimento.

Bene - prosegue Rosario - è andato Maurizio Marino con la Citroen Saxo RS 1.6 che ha vinto la sua Classe ed ha chiuso al 42° posto assoluto; ha vinto in Classe S6, con la Peugeot 205 GTI, Graziano Calandrino e per lui anche un 43° posto assoluto; Vincenzo Coraci comincia a prendere confidenza con la sua Citroen C1 ed ha chiuso la gara al 52° posto assoluto, vincendo oltretutto la Classe E1 ITA Moto ed infine, buona anche la prestazione di Liborio Calandrino, 37° assoluto e quarto in Classe P1, con la Fiat 126”. L’Associazione Culturale Festina lente, chiusa questa parentesi di gare, si proietta adesso verso i due prossimi importanti impegni: la 61^ Monte Erice e la 65^ Coppa Nissena, cronoscalate entrambe valide per il CIVM (Campionato Italiano velocità Montagna) che segneranno il rientro, per i colori del Sodalizio monrealese, del giovane alcamese Francesco Adragna che sarà al via con la Radical SR4 Suzuki che verrà portata per lui in Sicilia dall’Autosport Sorrento di Tonino Esposito.

Torna su
PalermoToday è in caricamento