Protesta Gesip blocca pure il canile Ferme adozioni e sterilizzazioni

Disagi anche per il soccorso notturno. Le associazioni animaliste: "Giusto tutelare il posto di lavoro, ma i cani sono ignari e innocenti". Tanania, consigliere comunale: "Subito una soluzione"

Lo stato di agitazione degli operai Gesip si ripercuote anche sul funzionamento del canile. Fermi i prelievi dei cani da sterilizzare, bloccate le adozioni. E le associazioni animaliste, in un articolo su Geapress, denunciano anche che "per cittadini e volontari non è nemmeno possibile entrare nella struttura".

L'ALLARME DELLE ASSOCIAZIONI. Lida, Oipa, Ada e Avspa hanno "rispetto per il problema occupazionale che minaccia gli operai della Gesip", ma non condividono "le modalità scelte per rivendicare la sicurezza di un posto di lavoro, ingiuste e severe per i cani ignari e innocenti". Anche Vincenzo Tanania, candidato col Pd alle prossime elezioni amministrative, è intervenuto sulla vicenda. "Occorre trovare subito una soluzione che consenta ai lavoratori di continuare la loro lotta, tutelando però i bisogni vitali dei cani ai quali nulla può essere imputato".

(IR)REPERIBILITA' NOTTURNA. Un altro servizio compromesso dalla protesta dei dipendenti Gesip è quello della reperibilità notturna per soccorrere gli animali incidentati. I turni sono insufficienti e può succedere che il cellulare di chi deve rispondere alle urgenze sia spento. Come accaduto un paio di sere fa quando una volontaria ha cercato invano aiuto per un cane avvelenato nella zona del Policlinico.
 

In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
PalermoToday è in caricamento