Trasporti, Salvo Alotta: “Non arrediamoci ai disservizi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“La questione trasporti in Sicilia non può più essere sottovalutata: pochi servizi, poco capillari, di qualità inferiore; ci arrendiamo a disservizi, poche informazioni, condizioni di viaggio imparagonabili al resto d'Italia, costi di volo impossibili, coincidenze mancate. Noi siciliani pretendiamo un unico servizio di trasporto che metta in connessione aerei, treni, bus, traghetti e navi veloci: ci sentiamo abbandonati a una fermata! La Regione Siciliana dovrà essere garante per i siciliani provvedendo a integrare  i trasporti dell'Isola, recuperando dagli sprechi degli ultimi 20 anni e offrendo un migliore servizio, in termini di qualità e quantità”. Lo dice Salvo Alotta de I Coraggiosi.

Per Alotta serve “Un unico servizio di trasporto che valorizzi gli spostamenti su ferro investendo sull'interconnessione con i trasporti gommati, secondo logiche moderne e di intermodalità anche con aerei e trasporti marittimi. Un unico servizio di trasporto per ritrovare il piacere di spostarsi in Sicilia garantendo l'indotto dei trasporti e tutte quelle famiglie che non solo vogliono sentirsi sicure di viaggiare in orario ed in sicurezza, ma anche per quelle che grazie ai trasporti si sono formate e vogliono contribuire per lo sviluppo della Sicilia. Un unico servizio di trasporto per non sentirsi più ultimi e in ritardo”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento