Sanità, M5S: "Assunzioni a rischio, medici e gli infermieri non paghino errori della politica"

Secondo i pentastellati "il mancato rispetto dei criteri sulle eccedenze di personale pone le nuove assunzioni a rischio di illegittimità"

"Dopo il via libera alle assunzioni dato dall'assessore Gucciardi, in pompa magna, attraverso una conferenza stampa, ed emesso il 3 agosto la relativa nota indirizzata agli ex direttori generali delle Aziende siciliane, è giunta solo martedì scorso, 8 agosto, la circolare sugli esuberi e le eccedenze del personale. Il mancato rispetto dei criteri sulle eccedenze di personale secondo quanto indicato dall'assessorato in data 25 marzo 2016 pone le novelle assunzioni a rischio di illegittimità". È quanto si legge in una nota del Movimento 5 Stelle.
 
“L'assessore Gucciardi vigili sull'applicazione dei criteri per le assunzioni, altrimenti – afferma il parlamentare regionale e componente della commissione Sanità, Francesco Cappello - il sogno per tutti quei medici e infermieri in procinto di firmare il contratto a tempo indeterminato potrebbe trasformarsi in un nuovo incubo. Si salvaguardino le aspettative di chi ha diritto di essere assunto attraverso il rispetto dei criteri stabiliti dalla legge partendo dal calcolo degli esuberi e delle eccedenze di personale, o si dovrà rifare tutto. Non siano i medici e gli infermieri a pagare gli errori della politica e dei burocrati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • Omicidio di Ana Maria, parla l'ex compagno: "Mi ha detto che aspettava un figlio da me"

  • Poliziotti si fingono inquilini e scovano super latitante in casa: arrestato Pietro Luisi

  • Incidente a Partinico, perde il controllo dello scooter e cade: morto 21enne

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

Torna su
PalermoToday è in caricamento