Mattarella, messaggio ai mafiosi: "Non hanno né onore, né coraggio"

Il presidente della Repubblica "ringhia" dalla Calabria: "I boss non risparmiano nessuno, l’Italia comunque ha fatto passi avanti nella lotta a Cosa nostra con leggi efficaci"

Sergio Mattarella

La lotta alle mafie deve essere portata avanti, senza alcun tentennamento da parte di tutti: “Nessuno può chiamarsi fuori”, deve essere coinvolto “l’intero Palazzo” ed è questa una “necessità non solo per la sicurezza ma per la propria dignità e libertà”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella intervenendo a Locri ad una iniziativa contro le mafie organizzata da Libera. Innanzitutto, ha detto, “la lotta alla mafia non può fermarsi a una sola stanza”, è una “lotta che deve coinvolgere l’intero palazzo”.

Come diceva il giudice Giovanni Falcone, ha ricordato, “la lotta alla mafia non si può fermare a una sola stanza ma deve coinvolgere l’intero palazzo”. I mafiosi, ha sottolineato Mattarella, “non hanno alcun senso dell’onore e del coraggio” ricordando che “le mafie non risparmiano nessuno”. Quindi “la lotta alla mafia riguarda tutti, nessuno si può chiamare fuori. E’ una necessità non solo per la sicurezza – ha sottolineato il capo dello Stato – ma per la propria dignità e libertà. Le mafie sono la negazione dei diritti”.

L’Italia comunque, ha proseguito Mattarella, “ha fatto passi avanti nella lotta alle mafie con leggi efficaci, sono state create strutture che consentono la conoscenza del territorio”. Il presidente ha ricordato “il contributo e la rettitudine degli uomini e delle donne dello Stato impegnati a contrastare la criminalità organizzata” sottolineando come si tratti “di una lotta condotta nella legalità”. Per contrastare la mafia, ha aggiunto, “occorre un tessuto sociale più solido. Occupazione e qualità dei servizi assicurano dignità e rendono i cittadini più capaci di esser protagonisti. Un tessuto sociale solido resiste meglio alle influenze e alle pressioni mafiose”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rapine a segno sui bus e per strada, tre arresti: "Erano il terrore dei ragazzini"

  • Cronaca

    Al galoppo fra le strade dello Zen, rintracciati cavallo e fantino

  • Cronaca

    In autostrada con 40 chili di pesce, denunciato 31enne: "Prodotti in cattivo stato"

  • Cronaca

    Attacco hacker al sito del comune di Termini: dati cancellati, chiesto riscatto in bitcoin

I più letti della settimana

  • Via Dante, militante di Forza Nuova legato e pestato in strada

  • Trappeto, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due pedofili

  • Vendevano la figlia ai pedofili, il racconto shock: "Non mi piaceva fare quelle cose"

  • Vince un milione ma non lo riscuote, Sisal: "Il tempo sta per scadere"

  • L'assalto al bar Massaro, il titolare: "Perché un'azione tanto eclatante? Era solo una rapina?"

  • Agguato alla Kalsa, pregiudicato per mafia ferito da un colpo di pistola

Torna su
PalermoToday è in caricamento