"Giornata del Ricordo", Palermo onora vittime delle Foibe: "Mai giustificare i crimini"

Il sindaco Leoluca Orlando ha partecipato alla cerimonia che si è svolta presso la villa dedicata proprio alle vittime in via Bianchini, allo Zen. "Abbiamo il dovere di non dimenticare coloro i quali furono vittime di persecuzioni solo perché di nazionalità italiana"

Il sindaco Leoluca Orlando ha preso parte stamattina in rappresentanza dell'amministrazione comunale alla cerimonia commemorativa delle vittime delle Foibe, in occasione della "Giornata del Ricordo" svoltasi presso la villa dedicata proprio alle vittime in via Bianchini (allo Zen).

"Abbiamo il dovere - ha detto il sindaco - di non dimenticare e di non giustificare. Come cittadini e come amministratori pubblici abbiamo il dovere di non dimenticare mai le vittime di qualsiasi violenza, di non giustificare mai alcun crimine commesso contro persone colpevoli solo della propria nazionalità o della propria lingua. Come ogni anno l'amministrazione comunale ricorda e commemora le vittime della Shoah, come quelle dei campi di concentramento, come quelle delle persecuzioni, non può non commemorare con il dovuto rispetto coloro che furono vittime di persecuzioni solo perché di nazionalità italiana, perché simili orrori non abbiano mai più a ripetersi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • "Palestra trasformata in un ambulatorio del doping", 4 arresti e 16 indagati

  • Residenti svegliati da urla e schiamazzi: "C'è una rissa", polizia piomba in via Candelai

  • Autista del 118 offre lavoro in cambio di soldi, poliziotti si appostano al bar e lo arrestano

Torna su
PalermoToday è in caricamento