Regionali, Musumeci parla da Governatore: "Voglio una Sicilia libera da zavorre"

Un emozionato neo presidente della Regione ringrazia la coalizione e pensa al futuro: "Dobbiamo fare la differenza, dobbiamo distinguerci e lavorare sulla scorta degli errori compiuti nel passato"

Nello Musumeci

"Mi scuso del ritardo, ma sono particolarmente prudente e volevo certezza di un risultato consolidato. Sono felice di avere ricevuto il consenso per un ruolo di così grande responsabilità. Voglio essere e sarò il presidente di tutti i siciliani, di chi mi ha votato e di chi, legittimamente, ha votato altri candidati o non ha partecipato al voto". Esordisce così, in conferenza stampa a Catania, il neo presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci. Manca ancora l'ufficialità, ma sarà lui a sedere sulla poltrona più importante di Palazzo d'Orleans e e il pensiero è al futuro, alle cose da realizzare:"Restituire dopo 5 anni a chi verrà dopo di me una terra normale, una terra libera da ogni zavorra, lontana da ogni condizionamento esterno, una terra riappacificatasi con se stessa, una terra in cui ognuno di noi deve ritrovare l'orgoglio di esserne figlio. Basta con il lunguaggio violento, con la delegittimazione dell'avversario, la campagna elettorale è finita, tutti ai remi verso l'obiettivo comune che è quello della redenzione di questa terra lo dobbiamo a chi non c'è piu e a chi c'è e in questa terra ci vuole restare“.

Trionfo di Musumeci, M5S primo partito e disastro Pd: ma all'Ars è incognita maggioranza

"Voglio dedicare questa campagna elettorale - dice Musumeci - ai miei tre figli e ai figli di tutti i siciliani. L'impegno antimafia deve diventare l'impegno di tutti i siciliani, ognuno nel proprio ruolo, ognuno nel proprio ambito. Abbiamo il dovere di lavorare per la rinascita della nostra terra, e a chi ci guarda con aria di sufficienza dall'alto vogliamo dire che noi crediamo nell'Unità d'Italia ma funziona solo se il Sud cresce con le stesse opportunità del nord. L'Italia unita è una garanzia per tutti ed è questa garanzia che noi vogliamo tutelare. Vi prego di credermi, ho gli occhi incerti tra il sorriso e il pianto, vorrei gioire ma non posso e quindi vi dico grazie davvero, per tutto quello che avete fatto". Emozionato, ringrazia tutti i collaboratori: "Siete stati meravigliosi, adesso tocca a me e debbo metterci tutto il mio impegno perché questa scommessa possa essere vinta. Nel congedarmi da voi colleghi della stampa per la civiltà con la quale avete lavorato, voglio dirvi che questo è un risultato di rilevnza nazionale".

Una vita dedicata a politica, cultura e legalità: il ritratto del nuovo governatore della Sicilia

Secondo Musumeci: "il centrodestra si ricompone e apre la strada a un appuntamento politico importante che nella prossima primavera dovrà ridare un governo degno di questo nome all'Italia. Io sono convinto che secondo tradizione questo esperimento nel laboratorio Sicilia potrà segnare un paradigma per guardare al futuro dell'Italia con reale ottimismo. Il centrodestra deve fare tanto per essere un polo di attrazione più di quanto lo sia stato ieri, dobbiamo rappresentare un patrimonio valoriale, dobbiamo fare la differenza, dobbiamo distinguerci e lavorare sulla scorta degli errori compiuti nel passato. Questo mio risultato non sarebbe stato possibile se centinaia e centinaia di candidati non si fossero impegnati nelle nove province dell'Isola, voglio ringraziare quelli che saranno eletti e quelli che non lo saranno ma che debbono sentirsi vincitori perché senza il loro contributo noi stasera non saremo qui. Vado a Palermo perché è la capitale, perché lì mi attendono altri colleghi giornalisti, perché lì debbo ringraziare l'altra grande comunità umana che come quella etnea e come quella di tutte le altre province ha ritenuto di sposare questa battaglia. E' un sogno che diventa realtà, ma è soltanto il primo".

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

(fonte CataniaToday)

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

Torna su
PalermoToday è in caricamento