Elezioni, Sabrina Figuccia: "Donne strumentalizzate con preferenza di genere" 

La neo-eletta tra le fila di Forza Italia contro la legge elettorale: "Liste costruite intorno a uomini, che grazie diverse candidate hanno moltiplicato il personale consenso". Stoccata a Orlando: "Ha rinunciato alla propria identità, per allearsi con pezzi di centrodestra"

E' una delle 11 donne elette in Consiglio comunale. La seconda per numero di consensi dietro Marianna Caronia. Stiamo parlando di Sabrina Figuccia (Forza Italia), nella sua analisi a caldo del voto si schiera contro la nuova legge elettorale. Il succo è il seguente: "Con la doppia preferenza di genere, le donne sono state strumentalizzate". Così la neo-consigliera, che a Sala delle Lapidi riceve il testimone dal padre Angelo.

"A giudicare dai consensi e dai risultati elettorali - spiega Figuccia - questa nuova normativa non ha in alcun modo favorito le donne. Molte liste infatti, salvo alcune eccezioni, sono state costruite intorno a uomini, che con il contributo di diverse candidate hanno moltiplicato il proprio personale consenso, anche a danno delle liste stesse. L’analisi è ancor più semplice per quanti hanno assistito allo scrutinio, che soprattutto nei quartieri popolari, ha visto un preciso orientamento, dal quale è emersa una vera e propria strumentalizzazione delle figure femminili. Più di 10 donne abbinate in quasi tutti i quartieri periferici della città ad un solo uomo".

"Da donna e da coordinatrice regionale delle donne di Forza Italia - prosegue la consigliera - non posso che rimanere indignata da un tale atteggiamento, che finisce per penalizzare le donne, che guardando ad un sogno di primavera, si sono invece svegliate in una calda giornata di metà di giugno, soffocate da uno spregevole tradimento".

Figuccia parla infine di "competizione elettorale decisamente anomala, con schieramenti polivalenti", riservando al sindaco rieletto Orlando una stoccata: "E' stato capace di vincere con il sostegno di uomini provenienti dal centrodestra, rinunciando alla propria identità. E non è mancato anche chi ha messo da parte la propria storia personale in favore di un presunto posto in prima fila". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento