Circoscrizioni, ok al decentramento "Diventeranno delle municipalità"

Entro il 2013 avranno risorse umane, finanziarie e strutture per essere operative con il presidente che diventerà un "mini sindaco". Salvata la quattordicesima per i lavoratori Amia, e domani Orlando a Roma per il nodo Gesip

Leoluca Orlando e Giusto Catania questa mattina in conferenza stampa

Decentrare alcuni servizi amministrativi alle circoscrizioni per far funzionare meglio la macchina comunale. Dalle attività culturali ai servizi sportivi, scolastici e demografici. Senza spendere un euro in più. Oggi verrà approvata anche una delibera straordinaria che consentirà di pagare la quattordicesima ai lavoratori Amia. E domani Orlando sarà a Roma per affrontare il nodo Gesip.

CIRCOSCRIZIONI COME MUNICIPALITA'. Ieri la giunta ha approvato una delibera ad integrazione del regolamento comunale, illustrata questa mattina dal sindaco Leoluca Orlando e dall'assessore al Decentramento, Giusto Catania nel corso di una conferenza stampa a Palazzo delle Aquile. La delibera prevede che entro il 30 maggio 2013 le otto circoscrizioni saranno messe in condizione di avere risorse umane, finanziarie e strutture per essere operative. Delle vere e proprie municipalità, dove  il presidente di circoscrizione diventerà “un mini sindaco, come accade a Londra, Parigi e Roma”, ha detto Orlando. Il tutto con gradualità, per non intasare il lavoro delle circoscrizioni. “Si tratta del maggior intervento in tema di decentramento portato avanti dal ’97 ad oggi – ha detto Giusto Catania - e che si collega al tema della partecipazione”.

Tra il 28 giugno e il 4 luglio si insedieranno tutti i consigli delle circoscrizioni e già il 16 luglio ci sarà una riunione di giunta “con i presidenti delle otto circoscrizioni – afferma il sindaco - per discutere insieme dei miglioramenti del piano e della tempistica d’attuazione nelle diverse zone della città". Verrà chiesto ad ogni circoscrizione di avviare “un'analisi delle necessità, delle criticità e delle possibili soluzioni – aggiunge l’assessore Catania - in modo da arrivare, nel più breve tempo possibile, al decentramento di tutti i servizi”. Una sorta di censimento delle problematiche, sottolinea Orlando. “Fino ad oggi – ha spiegato l’assessore al decentramento – il limite più grande è stato che si è proceduto al contrario: prima sono stati scelti gli attori e solo successivamente la regia. La delibera invece, individua un dirigente coordinatore, una regia centrale che verifichi le criticità e attui un processo di analisi entro il 28 febbraio 2013”.

AMIA.  “Questo pomeriggio una seduta lampo della giunta approverà una delibera straordinaria per erogare le risorse all’ Amia e consentire il pagamento della quattordicesima mensilità ai lavoratori", ha detto il sindaco al termine della conferenza stampa, rispondendo ai giornalisti. “Abbiamo proceduto a un adeguamento del contratto di servizio con una modifica - ha aggiunto - prevedendo cioé che le somme del primo trimestre, ad esempio, invece di essere pagate entro 6 mesi le pagheremo entro quattro".

GESIP.  Orlando domani e dopodomani sarà a Roma per affrontare la questione della Gesip. “Mi sono tenuto in contatto con il governo e il ministro Cancellieri”, ha detto il sindaco, che ha aggiunto: "La situazione è grave, ma non posso che confermare la sensibilità del governo nazionale".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento