Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

Il messaggio di auguri del Governatore, lanciato attraverso un video postato su Facebook, è tutto politico: "Abbiamo lavorato tanto in questi 15 mesi ma l'Isola è la regione più degradata in Italia da oltre 20 anni. La ricreazione è finita"

Musumeci a Militello per la cerimonia del Venerdì Santo

"Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione". A parlare è il presidente della Regione, Nello Musumeci, che sceglie Facebook per fare gli auguri siciliani e lanciare un messaggio tutto politico. Con un video postato sul suo profilo social, il Governatore fa un bilancio (amaro) di quanto fatto in questi 15 mesi di governo e di quanto ancora c'è da fare: "Sono stato eletto per fare uscire la Sicilia dal pantano in cui si trova da decenni. E' la regione più degradata in Italia da oltre 20 anni. Abbiamo tanto lavoro da fare, ne abbiamo fatto tanto in questi 15 mesi. Abbiamo cinque anni di tempo per risollevare quest'Isola. Lo faremo senza inseguire le mode".

"Non ci interessano i sondaggi, gli attacchi di tanti frustrati. Io tiro dritto - continua Musumeci - perché ho un impegno con i miei figli, con i siciliani tutti e con i miei nipoti e non mi potrà fermare niente. Non cerco voti per risollevare questa terra non ci vuole l'aspirina, ci vuole il bisturi, servono scelte impopolari, occorrono tanti no e tanti ne ho detti.  Se trovo qualcuno che vuole fare il 'malandrino' di turno, lo allontanerò senza pensarci un attimo": Musumeci replica così indirettamente a chi in questi mesi lo ha criticato per il suo silenzio di fronte alle indagini che hanno coinvolto assessori e dipendenti regionali. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco Orlando: "Palermo terza meta italiana per Pasqua"

"La Sicilia vive il momento più tragico della sua storia, ci vuole fiducia, speranza, la certezza di potercela fare. La ricreazione è finita, abbiamo adottato qualche provvedimento più serio. Tutti dobbiamo fare la nostra parte: la classe dirigente e quella politica, non ci sono più protetti e protettori. Così, l'unico mio obiettivo è lavorare per uscire dal tunnel, per fare diventare quest'Isola competitiva con le altre regioni del nord. Abbiamo cominciato dalle fondamenta. Non basteranno i miei cinque anni, ma noi abbiamo messo un punto sul passato e innescato una nuova tendenza. Spero che chi verrà dopo, voglia continuare su questa strada".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento