Piscina comunale, sui tetti arriva il sistema a pannelli fotovoltaici

Pronto il progetto per la riqualificazione energetica, con fotovoltaico flessibile e isolamento intelligente. A fronte dei 380 mila euro spesi nel 2013 per il metano necessario per il riscaldamento, il Comune prevede risparmi annui di decine di migliaia di euro

Ll'attuale copertura con guaina della Piscina

Sui tetti della piscina comunale arrivano i pannelli fotovoltaici. E’ stato completato dagli uffici dell’assessorato all’Innovazione tecnologica e all’Ambiente il progetto preliminare da 450 mila euro per la riqualificazione energetica della copertura della struttura di viale del Fante, in collaborazione con la società partecipata dall’Amministrazione Amg Energia. L’obiettivo è quello di realizzare sistema integrato di copertura capace di isolare termicamente la copertura tanto in inverno che in estate e, allo stesso tempo, di renderla fotovoltaica e perfettamente impermeabile. Per il presidente di Amg Mario Pagliaro "questo è il primo esito concreto della progettualità anticipata con il Piano industriale 2016-2018 con offriremo al Comune e alla città nuovi servizi nel campo dell'efficienza energetica e dell'energia solare".

Sotto le nervature metalliche prefabbricate a perfetta tenuta d’acqua, a funzionare da isolanti saranno dei pannelli rigidi in polimero uniti e una intercapedine ventilata capace, durante la prolungata stagione calda siciliana, di ridurre drasticamente il flusso termico dovuto all'irraggiamento solare. Un sistema in grado, durante l’inverno, di limitare le perdite di calore dall'interno all'esterno della piscina attraverso il grande tetto di oltre 2 mila metri quadri. Sulla parte esterna, il nuovo sistema tecnologico permette l’inserimento sulla copertura di una guaina fotovoltaica in silicio amorfo perfettamente integrata dal punto di vista architettonico, capace di generare ogni anno 150 mila chilowattora, per un risparmio superiore ai 30mila euro sulla bolletta di 170 mila pagata dal Comune per il consumo di circa 800 mila chilowattora elettrici.

L’isolamento termico consentirà un importante risparmio anche sui costi per il riscaldamento e la produzione di acqua calda attraverso la combustione del metano, che nel 2013 ammontavano a oltre 380 mila euro. L’intervento di riqualificazione energetica, il cui costo sarà di circa 450 mila euro, infine, risolverà in via definitiva i problemi dovuti alle infiltrazioni dell'acqua piovana dal tetto, che nel corso degli ultimi anni hanno richiesto numerosi interventi di tamponamento attraverso la vecchia guaina bituminosa. "Questo progetto - dice l'ingegnere Mazzon dell'Assessorato per l'Innovazione - è in linea con gli indirizzi del Piano di azione per l’energia sostenibile approvato il 31 luglio dal Consiglio comunale di Palermo, dove sono indicate una serie di azioni finalizzate alla riduzione delle emissioni di gas serra, fra l'altro attraverso iniziative di efficientamento energetico degli edifici".

In basso un tetto di edificio pubblico già realizzato con il sistema proposto per la Piscina comunale
fotovoltaico piscina comunale-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento