Musica senza confini, il concerto di Richard Bona e Francesco Buzzurro a Lascari

Metti una sera d'estate in una delle più belle piazze siciliane, un sindaco coraggioso e la grande musica, quella che non conosce confini. Una produzione di Alfredo Lo Faro subito accolta da una amministrazione coraggiosa che da 10 anni porta grandi artisti in piazza del Popolo a Lascari.

Il 7 agosto alle ore 21.00 ad ingresso libero, uno straordinario evento che vede coinvolto l'artista camerunense Richard Bona e la sua band incrociare la via di un grande della nostra terra di Sicilia: Francesco Buzzurro chitarrista di fama internazionale. I due artisti apriranno proprio a Lascari i propri tours a livello mondiale. Bona farà tappa successivamente con la sua performance in Russia, Giappone, Amsterdam, Inghilterra, Francia, Germania, Svezia, ed anche Buzzurro si esibirà, oltre ad alcune tappe italiane, girando il mondo a Tokyo al Blue Note, a San Pietroburgo, a Seul ed ancora in Germania. Il comune di Lascari, lungimirante nelle scelte artistiche, ha predisposto una grande area parcheggio per poi convogliare il pubblico che potrà godere gratuitamente di questo straordinario evento artistico.

Forte il messaggio del produttore Alfredo Lo Faro: “nell'incontro di culture diverse arriva la crescita poiché credo che in essa insista la vera ricchezza degli esseri umani”. Due grandi musicisti diversi nello strumento, nello stile, nella ricerca, cultura ed etnia ma che si incontrano su un solo palco per promuovere i veri valori di vita. Saranno dunque i due musicisti Richard Bona e Francesco Buzzurro ad animare la piazza della ridente località di Lascari con una ben precisa volontà della amministrazione.

Due musicisti di indubbie capacità musicali richiesti a livello mondiale. Bona, talentuoso bassista, multistrumentista e vocalist afferma che “la musica abbraccia le differenze e riunisce le genti cosa che non riescono a fare la politica e la religione”. Personaggio ben noto agli appassionati di jazz, Bona si è oramai imposto all’attenzione generale come uno dei più originali musicisti nell’ambito di quell’area che tende ad una fusione, non di facciata, della musica africana con altre espressioni. Strumentalmente, egli è un vero e proprio virtuoso ma questa sua straordinaria abilità tecnica mai è fine a sé stessa essendo, piuttosto, messa al servizio dell’intero gruppo.

Di lui si dice che porta in tutto il mondo il suo sorriso e la sua eleganza musicale, che sia un artista in cui si fondono i virtuosismi di Jaco Pastorious, la fluidità vocale di George Benson, il senso dell’armonia e della canzone di Joao Gilberto, il tutto mixato con la cultura africana. Noto anche per aver fatto parte del gruppo Steps Ahead, si è esibito su molti palcoscenici e con diversi artisti del calibro, ad esempio, di Bobby McFerrin, Pat Metheny, Joe Zawinul, Chick Corea, Herbie Hancock, Paul Simon, John Legend e Stevie Wonder. Con numerosi premi, spettacoli e anni di esperienza al suo attivo, Bona è diventato uno dei più ricercati musicisti di questa generazione.

Dall’altro lato Francesco Buzzurro appassionato di chitarra classica e jazz, definito dal Maestro Ennio Morricone “tra i più grandi al mondo perché capace di far fruire a tutti la musica colta”. Apprezzato grazie al suo approccio orchestrale alla chitarra, possiede uno stile trasversale che abbraccia il genere classico, il jazz e quello folkloristico, accompagnando chi lo ascolta in un itinerario musicale unico intorno al mondo .

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Sabato sera al pub con buona musica, i Noi duo live al New Square pub di Bagheria

    • solo domani
    • 11 luglio 2020
    • New Square Pub
  • "Jazz sotto le stelle", allo Stand Florio il concerto di Simona Trentacoste 4tet

    • solo oggi
    • 10 luglio 2020
    • Stand Florio
  • Una serata con Fred Bongusto, il concerto tributo al Teatro Vito Zappalà

    • 12 luglio 2020
    • Teatro Vito Zappalà

I più visti

  • Come mangiavano le monache in convento, la cena con le ricette di Santa Caterina

    • solo oggi
    • 10 luglio 2020
    • Monastero Santa Caterina D'Alessandria
  • Il Teatro Biondo va all'Orto Botanico: "Aulularia", la fabula della pentola d’oro in scena all'aperto

    • dal 7 al 12 luglio 2020
    • Orto Botanico
  • Il Malox spegne otto candeline, si fa festa a Piazzetta della Canna

    • solo domani
    • 11 luglio 2020
    • Malox
  • Palermo sotterranea, il tour dei Beati Paoli a Palermo tra catacombe e cripte sotterranee

    • 12 luglio 2020
    • Chiesa di San Matteo e catacomba di Porta d'Ossuna
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento