Vertenza Blutec, appello di sindaci e sindacati: "No a scelte miopi"

I primi cittadini dell’area termitana e la Città metropolitana chiedono l'attenzione del governo nazionale: "Viene proposto un tavolo permanente e un'adeguata modulazione di accordo di programma per le scelte strategiche di sviluppo"

"Il territorio non deve essere ostaggio di scelte miopi. Inizia un percorso nuovo che è sottolineato dalle potenzialità offerte dalla recente amministrazione straordinaria di Blutec e dal subentro della cassa integrazione per i 12 mesi iniziali. Si possono ora prevedere altri scenari con la collaborazione e il lavoro sinergico di tutte le realtà coinvolte, che si possono e si devono coinvolgere". E' quanto si legge in una lettera aperta siglata da sindacati, rappresentanti di Termini Imerese e dei sindaci del Palermitano che si sono riuniti oggi a Palazzo Comitini per discutere del caso Blutec.

Al vertice hanno partecipato il sindaco metropolitano Leoluca Orlando, il presidente del Consiglio comunale di Termini Imerese Anna Amoroso, l’assessore al Lavoro del Comune Giovanna Marano, il coordinatore Area sviluppo economico Città Metropolitana di Palermo Filippo Spallina, i sindaci dei Comuni di Caccamo Nicasio Di Cola, di Aliminusa Filippo Dolce, di Cerda Salvatore Geraci, di Lascari Caterina Provenza (assessore Lavori Pubblici), di Baucina Antonina Manfré (Assessora Attività produttive), di Ventimiglia di Sicilia Antonio Rini, di Campofelice di Rocella Michela Taravella, di Trabia Emanuele Lo Bono (assessore all’Urbanistica), e i rappresentanti delle sigle sindacali Fiom Roberto Mastrosimone, Fim Antonio Nobile e Uilm Vincenzo Comella.

Nella lettera si legge che "Il comitato dei sindaci - ormai formalmente costituito - dell’area termitana e la Città metropolitana confermano volontà di piena sintonia con le organizzazioni sindacali e sollecitano massima attenzione del governo nazionale, in modo specifico con i ninistri per il Sud e la Coesione territoriale, quello dello Sviluppo economico e quello delle Infrastrutture e trasporti; del governo regionale, presidente e assessori competenti; del presidente dell’Autorità del Sistema Portuale della Sicilia Occidentale e degli amministratori straordinari di Blutec. A tutti loro viene proposto un tavolo permanente ed un'adeguata modulazione di accordo di programma per le scelte strategiche di sviluppo dell’intera area industriale, dando massima attenzione ai 300 lavoratori dell’indotto, per i quali va garantita protezione sociale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo protagonista, prevista "tempesta violenta": diramata allerta meteo gialla

  • La lettera: "Silvana Saguto ci hai tolto tutto, tu mangiavi sempre al ristorante e noi un pezzo di pane"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Torna a casa e lo trova in camera da letto: ladro arrestato mentre si cala dalla grondaia

Torna su
PalermoToday è in caricamento