Udu, anche gli Universitari aderiscono a "No Easy Rider"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Oggi fa tappa anche a Palermo la campagna nazionale della Cgil “No easy riders” per fare sentire ai lavoratori del food delivery la vicinanza del sindacato che ormai da più di un anno lavora sulla questione con proposte contrattuali e legislative per fare in modo che i ciclofattorini rientrino nei contratti collettivi nazionali.

Alla campagna aderisce anche l’Unione degli Universitari: “E' fondamentale per noi aderire a queste iniziative - dichiara Davide Patricolo, vice-coordinatore dell’Udu Palermo - qui nel Mezzogiorno è un fenomeno molto diffuso, molti di questi riders li vediamo tutti i giorni all’università, non a consegnare cibo, ma a lezione, a studiare, spesso stanchi dopo la nottata di lavoro, sono i nostri colleghi. Chi in moto o chi con la bici, rischiano tutti la vita per consegnare anche una semplice coppa di gelato pur di dare una mano a casa con l’affitto o di pagarsi gli studi. Molti colleghi - continua Patricolo - sono stati costretti a ‘congelare’ gli studi per mettere da parte quanti più soldi possibili. Dobbiamo stare accanto a loro e portare avanti questa battaglia insieme, abbiamo bisogno di un futuro dignitoso fatto di diritti e tutele!” 
 

Torna su
PalermoToday è in caricamento