Insieme alla moglie si scaglia contro vigile e lo colpisce con una testata: arrestato

E' successo negli uffici di piazza Giulio Cesare. Un commissario della polizia municipale è finito in ospedale con ferite giudicate guaribile in otto giorni. Ai domiciliari un 41enne, pregiudicato per traffico internazionale di stupefacenti. Denunciata la donna

Piazza Giulio Cesare - foto Silvia Armetta-2

Avrebbe aggredito un commissario della polizia municipale negli uffici comunali di piazza Giulio Cesare. Con questa accusa - su disposizione del giudice - un 41enne è stato arrestato. L'uomo si era presentato stamattina, accompagnato dalla moglie, al posto di un'altra persona convocata ieri per accertamenti a seguito del sequestro di una attività di somministrazione di alimenti e bevande abusiva, nella zona di via dei Cantieri.

"I due - spiegano dal comando dei vigili - che non avevano alcun titolo giuridico per l’istruzione della pratica né per acquisire informazioni, sono andati in escandescenze: la donna ha rivolto frasi ingiuriose, mentre l’uomo ha fatto di peggio, colpendo con una testata il commissario. Prontamente bloccati dai colleghi presenti marito e moglie sono stati portati nella caserma di via Dogali".

L’uomo, S.F. le sue iniziali, è indagato per traffico internazionale di stupefacenti. E' stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima mentre la donna (M.S.) di 42 anni, incensurata, è stata denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale. Il commissario è stato portato in ospedale ed è stato giudicato guaribile in otto giorni.

All'agente è arrivata la solidarietà del sindaco Leoluca Orlando, che ha sottolineato come "comportamenti violenti ed incivili rivolti contro qualsiasi cittadino non sono tollerabili e ancora di meno lo sono quando rivolti contro dipendenti dell'amministrazione comunale che stanno svolgendo il proprio lavoro". Il sindaco ha annunciato la costituzione di Parte civile del Comune nel procedimento che sarà instaurato a carico dell'aggressore.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Avatar anonimo di Tinuccio
    Tinuccio

    Il gesto non è tollerabile e super condannbile ma c’è da dire che le burocrazie inutili del comune stanno affossando una citta ( commercialmente parlando) e l’escandescenza di un uomo verso l’arroganza dettata dalla sottomissione dei vigili ne è l aprova! Perchè non mettono i sigilli anche ai raccomandati e alle grosse ditte del nostro amato nord che spesso hanno scheletrini di abusivismo nell armadio? 

    • Queste sono escandescenze basate sul nulla...

  • Da eliminare....

  • Avatar anonimo di Attila
    Attila

    Le leggi che i nostri giudici applicano, purtroppo sono figlie di una cultura garantista e buonista, che ha distrutto la quiete pubblica e la sicurezza nelle nostre strade.Occorrerebbe rivedere la Costituzione italiana e tutta la legislazione penale per vedere questi animali marcire dentro per diversi Anni a pane e acqua con le catene alle caviglie.  

  • Sembra che le violenze contro gli operatori di polizia si ripetano troppo frequentemente. Bisogna urgentemente prendere provvedimenti.Si parla spesso di difesa personale e molti politici sono contrari a questa legge. La sicurezza del cittadino spetta agli organi di polizia. Ma come fanno questi uomini e donne in divisa a garantire la tutela del cittadino quando non hanno nessun potere per gestire le svariate situazioni? E poi le condanne sono così lievi che, verosimilmente, il delinquente ne approfitta.

  • Evidentemente l’attivita’ era loro, gestita da un inutile prestanome.

  • Avatar anonimo di 800a
    800a

    Ecco la sentenza.3 mesi di arresti domicilari pena sospesa e 35 testate da dare gratis a chi vuole lui.ecco i giudici cosa gli daranno.in poche parole nienti.

  • Gente del genere può solo marcire in galera. In qua le altro posto può stare? Neanche comprendono una frase, figuriamoci le leggi.

  • siamo sempre li..! sanno che non gli fanno niente e agiscono di conseguenza

  • Una coppia di m****!

  • Se ci fossero state delle leggi degne di questo nome, questi due escrementi umani non avrebbero osato tanto fino ad arrivare a questo punto, ma la garanzia data dal potere costituito di una blanda condanna rappresenta un incentivo a delinquere in ogni direzione, anche in questa. Contro questi fenomeni l'unico vaccino e la REPRESSIONE!

  • Bestie immonde. Vediamo chi li giustificherà con la scusa del sentire "le due campane".

  • oramai sono diventati davvero troppi i casi in cui a buscarle sono poliziotti carabinieri ecc... naturalmente la vicinanza morale a qst uomo preso di mira da due cose inutili... xo c e anche da ammettere la scarsa preparazione degli agenti a fronteggiare casi simili... se hai la panza e nn ti puoi muovere nn puoi stare su strada a fronteggiare i criminali... ci vogliono squadroni di gente preparata gente ke giornalmente si allena in palestra facendo arti marziali... attacco e difesa... ci vogliono atleti... e i criminali devono essere messi al posto subito fisicamente al primo cenno di violenza devono essere messi al tappeto... militari ovunqueeeee

  • l'uomo inteso come tale, è sulla terra da 800.000/1.000. 000 di anni, era una scimmia che si è evoluta (male) e da allora mi convinco sempre più che poco o niente è cambiato. siamo animali che ci siamo imposte delle regole per il buon vivere "civile" ma di civile nei comportamenti degli uomini c'è ben poco. per quanto mi riguarda, animali eravamo e animali siamo. (senza voler offendere nessuno). è soltanto una mia opinione.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • Cronaca

    Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Oreto, scontro fra un'auto e una volante di polizia: cinque feriti

  • Cronaca

    Milano, l'autista palermitano è ubriaco: 66 parrocchiani in gita devono cambiare bus

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

  • "Ha provato a toccarmi", papà di una dodicenne picchia bidello di una scuola del Villaggio

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

Torna su
PalermoToday è in caricamento