Terremoto in Messico, il racconto di un medico palermitano: "Ero in clinica, temevo crollasse tutto"

Alberto Trapassi, chirurgo che da anni vive a Città del Messico, ricorda l'orrore di quegli attimi: "Ho sentito urlare e piangere, insieme a due colleghe abbiamo aspettato la fine della scossa. Poi sono corso in una stanza, ho preso in braccio una paziente e l’ho portata giù a piedi"