“Viale Francia: dopo 40 anni ora basta”, l'appello di Maraventano e Susinno

Raddoppio della linea ferrata,."soddisfazione ma anche preoccupazione per i disagi alla viabilità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

Il Presidente della VI Circoscrizione Michele Maraventano ed il consigliere Susinno, esprimono il loro apprezzamento sull'imminente avvio dei lavori per la realizzazione del raddoppio della linea ferrata, pur manifestando le loro preoccupazioni per l’impatto e i disagi che l'apertura dei cantieri determinerà sulla viabilità, nella zona di Via Monti Iblei e Viale Francia nonché sul mercatino rionale del martedì che, verosimilmente, dovrà spostarsi proprio sul viale Francia. Ma, a seguito dei lavori del raddoppio, altri tratti di strada della zona verranno sacrificati e chiusi al traffico.

"Pertanto risulta imprescindibile e urgente - dicono Maraventano e Susinno - che l’amministrazione intervenga sull’annoso contenzioso, ancora irrisolto da circa 40 anni, che ha impedito finora di procedere all’acquisizione dell’area antistante il civico 7 di viale Francia al patrimonio comunale. Quest'ultima area è tutt'ora privatizzata e nella esclusiva disponibilità dei residenti. Adesso occorre finalmente procedere rapidamente all'esproprio di quello spazio che, attualmente, sottrae alla circolazione di un’arteria viaria ad alta densità di traffico, il 50% della superficie utilizzabile ed espone i pedoni a possibili pericoli".

Torna su
PalermoToday è in caricamento