"PuliAmo le spiagge": volontari di Legambiente in azione a Punta Barcarello

L'iniziativa, sostenuta da P&G e Carrefour Italia, è in programma il 16 agosto. L'obiettivo è sensibilizzare i conusmatori sui rischi dell'inquinamento marino

Punta Barcarello

Punta Barcarello tra le dieci finaliste dell’iniziativa “PuliAMO le spiagge”, promossa da Legambiente e sostenuta da Procter & Gamble e Carrefour Italia contro l'inquinamento marino. L’emergenza globale richiede, secondo i tre partner dell’iniziativa, una presa di coscienza collettiva finalizzata a stimolare l’adozione di comportamenti più sostenibili attraverso la sensibilizzazione dei consumatori sui rischi dell’inquinamento marino e a produrre contemporaneamente un cambiamento concreto, grazie ad un’azione di pulizia in 10 spiagge italiane. Le più recenti proiezioni scientifiche indicano infatti che, senza interventi decisi, nel 2050 in mare ci saranno più rifiuti di plastica che pesci e, secondo i dati dell’Unep, l’Agenzia delle nazioni unite per la protezione dell’ambiente, ogni giorno finiscono in mare 731 tonnellate di rifiuti. Un fatto allarmante che coinvolge anche il Mediterraneo, identificato come una delle aree più colpite al mondo dalla minaccia dell’inquinamento marino.

In quest’ottica prende dunque forma l’iniziativa “PuliAMO le spiagge”, che ha permesso agli utenti di scegliere 10 tra le 20 spiagge selezionate lungo i nostri litorali, semplicemente votando la propria preferita sul sito www.puliamolespiagge.it entro il 31 marzo scorso. La spiaggia di Punta Barcarello, che ricade nell’Area marina protetta di Capo Gallo - Isola delle Femmine ed è composta prevalentemente da piccoli ciottoli, verrà pulita il 16 agosto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La spiaggia si trova in un tratto di costa rocciosa che ha diverse peculiarità, come gli scogli in calcarenite con importanti agglomerati di conchiglie fossili. Un vero e proprio “marciapiede vivente” (noto anche come “trottoir a vermeti”) che è presente in pochissimi tratti di costa del Mediterraneo: una biocostruzione che lambisce il mare, formata dalla sovrapposizione di gusci di molluschi. Ha una struttura simile alla barriera corallina e rappresenta un grande patrimonio di biodiversità da tutelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

Torna su
PalermoToday è in caricamento