Droga davanti alle scuole e ricettazione: in manette due tunisini

Erano appena sbarcati al porto mescolandosi tra la folla, ma su di loro gravava un ordine di carcerazione ed è scattato l'arresto

L'ingresso del porto - foto archivio

Erano appena sbarcati al porto da una motonave giunta dalla Tunisia mescolandosi tra la folla, ma su di loro gravava un ordine di carcerazione e sono scattate le manette. Gli agenti della polizia hanno arrestato due uomini di nazionalità tunisina.

Per Ayed Aymen, 33 anni, il provvedimento era stato emesso dal tribunale di Marsala per spaccio di droga nei pressi di istituti scolastici. Bedrouch Sassi Ben Mohamed, 41 anni, invece era destinatario di un decreto emesso dal tribunale di Palermo per i reati di ricettazione e falsità.

I controlli sui passeggeri della motonave sono stati effettuati nell'ambito dell'operazione disposta per prevenire e reprimere l’ingresso non autorizzato di cittadini extracomunitari da parte della polizia di frontiera marittima.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (6)

  • Italia paese delle banane per noi e delle meraviglie per i musulmani ladri e farabutti

  • Se li rimandiamo subito al mittente al primo mini reato a scontare a casa loro.... forse ne manderebbero meno

  • Grazie ai governi quaqquaraqua! che si sono succeduti, il governo tunisino come quello egiziano per svuotare le carceri mettono nei barconi la loro MONNEZZA !! perspedirli in Italia. dove essere assistiti,sfamati, cominciano i loro sporchi traffici.

  • Ottimo. Speriamo di non vederli mai più.

  • Dovrebbero essere rimpatriati all istante e consegnati per scontare la pena nelle loro carceri

    • Condivido

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Difendiamo i diritti con il sorriso": Palermo è arcobaleno per il Pride

  • Cronaca

    Oltre un anno e un milione di euro per fare rinascere lo Stadio delle Palme: al via i lavori

  • Cronaca

    Litiga per un posteggio e riceve un pugno in faccia: 53enne in coma

  • Cronaca

    Giardinello, trovata un'auto con un cadavere carbonizzato

I più letti della settimana

  • Aggredita mentre corre in Favorita: "Voleva trascinarmi tra i cespugli e violentarmi"

  • Morto il boss Salvatore Profeta, per lui alla Guadagna si fermava perfino la Madonna

  • "Da Palermo a Ragusa in 20 minuti": treno superveloce, il primo progetto è in Sicilia

  • "Minchia" diventa luminaria in via Alloro, è polemica: "Quanto è stata pagata?"

  • Ruba Jeep al Villaggio, viene inseguito dai carabinieri e si lancia dall'auto in corsa: preso

  • Tragedia ad Acqua dei Corsari, tocca i fili elettrici e muore folgorato in casa

Torna su
PalermoToday è in caricamento