Partanna, esplode ordigno davanti alla guardia medica

La bomba ha mandato in frantumi i vetri. Il boato è stato avvertito da una volante che era di passaggio. Indagini in corso

Il boato, la paura, le indagini. Un ordigno artificiale è esploso ieri sera davanti alla guardia medica di via Lorenzo Iandolino, a Partanna Mondello. È successo intorno alle 22.30. Sul posto è intervenuta la polizia (una volante era di passaggio nella zona). L'ordigno ha mandato in frantumi i vetri e danneggiato alcuni muri. Nessuno è rimasto ferito, anche se all'interno del locale in quel momento c'era una dottoressa. Evacuate alcune abitazioni.

Sul posto i vertici dell'Asp (si è  mosso anche il direttore Antonio Candela), oltre alla polizia scientifica, che ha eseguito i rilievi, gli agenti della polizia municipale i vigili del fuoco. Indagini in corso. E' probabile che si tratti un attentato intimidatorio. Gli agenti stanno cercando di recuperare le immagini del sistema di videosorveglianza nella zona. 

648597dd-63d0-4988-8fe9-dd67c2443cda-3Un mese e mezzo fa in un ufficio dell'Asp fu sparato un colpo di pistola contro la guardiola del presidio sanitario di via Giorgio Arcoleo. In quell'occasione (era il 31 dicembre) fu preso di mira l'ufficio del Pta, Punto territoriale di assistenza sanitaria dell’Asp. Già nel 2010 fu trovata una bomba dentro un contenitore di vetro. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Sport

      Esoneri, campioni e centri commerciali: i quindici anni di Zamparini in rosanero

    • Cronaca

      Mafioso esce dal carcere per sposarsi alla Real Fonderia, Catania: "E' un suo diritto"

    • Mafia

      Scarcerato per fine pena: il boss di San Lorenzo è di nuovo libero

    • Politica

      Crocetta il giorno dopo "L'Arena" di Giletti: "Tetto ai vitalizi, no a diritti feudali"

    I più letti della settimana

    • Spaccio di cocaina per professionisti, altra retata: i nomi dei 13 arrestati

    • Incidente a Partinico, con la moto contro un autoarticolato: morto palermitano

    • "E' solo influenza", medico del 118 non la ricovera: paziente muore un'ora dopo

    • Mafia e camorra dietro lo spaccio di coca per i professionisti, 13 arresti

    • Droga a ruba nella Palermo da sballo: coca per ricchi e poveri

    • Scarcerato per fine pena: il boss di San Lorenzo è di nuovo libero

    Torna su
    PalermoToday è in caricamento