Marcello Dell'Utri ha scontato la sua condanna: può tornare in libertà

L'ex senatore di Forza Italia era stato condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. E' stato detenuto in regime di alta sicurezza nel carcere di Parma, poi a Rebibbia. Infine, ai domiciliari per ragioni di salute. E' ancora sotto processo (in appello) per la trattativa Stato-mafia

Ultime ore da detenuto per Marcello Dell'Utri, l'ex senatore di Fi condannato a sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Finirà di scontare la sua pena domani e sarà di nuovo un uomo libero. Attualmente in regime di detenzione domiciliare per motivi di salute da luglio del 2018, potrà lasciare la sua abitazione di Milano.

Dell'Utri, dopo un breve fuga in Libano tentata alla vigilia della pronuncia della Cassazione che ha poi reso definitiva la condanna, venne estradato in Italia varcando la soglia del carcere nel mese di maggio del 2014. E' stato detenuto in regime di alta sicurezza nel carcere di Parma, poi a Rebibbia. Infine, ai domiciliari per ragioni di salute. Ha goduto della liberazione anticipata prevista dalla legge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La condanna ormai agli sgoccioli riguarda il "favoreggiamento di Cosa nostra": per i giudici di Palermo avrebbe messo in contatto esponenti della mafia con gli ambienti economici del Nord Italia. Dell’Utri non ha però chiuso i conti con la giustizia. E' infatti imputato al processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. In primo grado è stato condannato a dodici anni ed è in corso l'appello. L'ex senatore è poi sotto processo a Napoli e Milano per la sottrazione di centinaia di libri antichi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sue le serate più belle del nuovo millennio, Palermo piange per Darin "l'amico di tutti"

Torna su
PalermoToday è in caricamento