Un centro studi sui cronisti uccisi dalla mafia, "Casa Giuseppe Francese" apre le porte

La cerimonia di apertura al pubblico si terrà il 26 gennaio, a Bagheria, in occasione del 38esimo anniversario della morte del giornalista Mario Francese, padre di Giuseppe

Il prossimo 26 gennaio, a Bagheria, verrà inaugurata la "Casa di Giuseppe Francese". Sarà un centro studi sui gionalisti uccisi da Cosa Nostra, oltre che un centro di aggregazione giovanile.

Giuseppe era il più piccolo dei figli di Mario Francese. Si è suicidato il 3 settembre del 2002, a 36 anni. La sua casa venne affidata dalla famiglia alla comunità parrocchiale di San Giovanni Bosco, per attività sociali rivolte ai ragazzi. 

Alla cerimonia, in programma giovedì, saranno presenti il giornalista figlio di Mario, Giulio Francese, il presidente dell'Ordine dei Giornalisti Riccardo Arena e il parrocco della chiesa di San Rocco, don Francesco Galioto che alle 18.30 celebrerà anche messa. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa da Campofiorito, vede disegno della figlia in tv e dà sue notizie: "Sto bene"

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • L'agguato con la pistola e la rapina in mezzo al traffico, arrestato diciassettenne

  • Incassa il reddito di cittadinanza ma lavora (in nero) in un panificio, denunciato

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

Torna su
PalermoToday è in caricamento