Svolta nell'omicidio Fragalà, parla un nuovo pentito: "Il boss Di Giovanni il mandante"

Questa volta a fare questo nome è Francesco Paolo Lo Iacono. Prima di lui, ai pm di Palermo, lo aveva già fatto un altro collaboratore di giustizia, Francesco Chiarello

Svolta sull'omicidio dell'avvocato Enzo Fragalà. Alla vigilia della requisitoria, prevista per l'udienza di domani, la procura di Palermo ha depositato oggi i verbali di un nuovo collaboratore di giustizia, Francesco Paolo Lo Iacono. Il pentito accusa il presunto mandante dell'omicidio. Si tratta di Gregorio Di Giovanni, boss del mandamento di Porta Nuova che era stato arrestato poco tempo fa nell'ambito di un'inchiesta sui traffici di droga della mafia.

Il nome di Di Giovanni, come mandante dell'omicidio, era già stato fatto ai pm di Palermo da un altro pentito, Francesco Chiarello. Ma non furono raccolti indizi sufficienti per proseguire l'indagine. Fragalà, uno dei più noti avvocati di Palermo, fu aggredito nel febbraio del 2010 e morì dopo alcuni giorni di agonia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento