Incidente a Boccadifalco, sbatte contro un'altra auto e un muro prima di ribaltarsi

Alla guida del mezzo, una Fiat Punto, c'era un uomo che è stato portato in ambulanza al Civico. Ferito anche il conducente del secondo mezzo, una Yaris. Sul posto il 118 e gli agenti dell'Infortunistica che hanno eseguito i rilievi per ricostruire la dinamica

Via Umberto Maddalena (foto Google street view)

Prima ha urtato con violenza un’auto, poi è finito contro un muro e infine si è ribaltato con la sua Fiat Punto. Incidente ieri sera in via Umberto Maddalena, non lontano da piazza Pietro Micca, dove sono intervenuti gli agenti della polizia municipale e due ambulanze del 118 che hanno portato i feriti in ospedale.

A preoccupare le condizioni dell’uomo che si trovava al volante della Punto, G.N., entrato in codice rosso al pronto soccorso del Civico: la sua prognosi resta riservata. Meno grave il quadro clinico del conducente dell’altra auto coinvolta, una Toyota Yaris. R.G. è stato condotto in ambulanza all’Ingrassia per alcuni accertamenti che però avrebbero escluso gravi conseguenze.

A indagare sulla dinamica gli agenti dell’Infortunistica della polizia municipale che hanno eseguito i rilevi e acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza. Secondo una prima ricostruzione G.N. avrebbe perso il controllo della sua Fiat Punto. Resta da chiarire se a provocare l’incidente sia stata una distrazione o se ci siano altri mezzi coinvolti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento