Via Libertà, incendiato ombrellone al bar La Cubana: bravata o intimidazione?

Ad appiccare le fiamme, come ripreso dalle telecamere, due persone arrivate a volto coperto e con una bottiglia di benzina. Uno dei gestori: "Non è mai successo nulla del genere né siamo stati avvicinati da qualcuno". Sull'episodio indagano i carabinieri

L'ombrellone del bar La Cubana divorato dalle fiamme

Incendiato un ombrellone de La Cubana, gli investigatori sospettano possa essersi trattato di un avvertimento. I vigili del fuoco sono intervenuti poco dopo la mezzanotte per domare le fiamme divampate all’esterno del bar che si trova in via Libertà, all’angolo con via Mondini. Sull’episodio indagano i carabinieri che, dopo aver raccolto la denuncia, hanno chiesto di acquisire le immagini della videosorveglianza del bar e di altri esercizi commerciali vicini.

Le telecamere di sicurezza hanno ripreso due persone, apparentemente due giovani, arrivate davanti al bar con il volto coperto e con una bottiglia di plastica grande piena di liquido infiammabile. Uno dei gestori dell’attività respinge l’ipotesi secondo cui potrebbe essersi trattato di una “ragazzata”, lasciando intendere che i due possano avere eseguito un ordine arrivato da qualcun altro.

“Le immagini parlano chiaro. Arrivano incappucciati - spiega a PalermoToday uno dei proprietari commentando le riprese - e mentre uno fa il palo, l’altro si avvicina all’ombrellone con la bottiglia nascosta dietro al fianco. Un'azione fulminea per cui si può ipotizzare che avessero studiato a tavolino il da farsi. Chi ha appiccato l’incendio ha anche rischiato che gli prendesse fuoco un piede e nel modo di sbatterlo a terra per spegnerlo gli è scivolato via il cappuccio”.

I due, in poco più di un minuto, sono riusciti a portare a termine il piano e si sono allontanati in direzione di via Mondini, alla fine della quale c’è una scorta fissa dei carabinieri. Passando per quella strada, infatti, i due sono stati costretti a scoprirsi il volto per evitare di essere fermati e controllati dai militari che di certo si sarebbero quantomeno insospettiti vedendo due persone a volto coperto. E ci sarebbero anche altre telecamere che potrebbero aver ripreso i giovani malviventi mentre si allontanavano dal bar.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Da La Cubana, attività aperta circa due anni e mezzo fa, spiegano di non aver mai ricevuto avvertimenti né di aver avuto screzi con qualche cliente. “Non è mai successo nulla per cui potremmo pensare male. Ci è stato spiegato, però, che è possibile che agiscano così: prima provano a spaventarti per poi tornare a chiederti qualcosa e giocare sul senso di paura. Anche per questo la nostra terra fatica ad andare avanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Reddito di cittadinanza, 413 tirocini attivati dal Comune: tremila euro per sei mesi di lavoro

  • Gli cancellano i voli, palermitano in Polonia reagisce a pedalate: "Tornerò a casa in bici"

  • Bimbo cade dal letto e muore a soli 10 mesi, i suoi organi salvano due vite

Torna su
PalermoToday è in caricamento