Guadagna, scoperta e sequestrata discarica abusiva di rifiuti pericolosi: 3 denunce

Blitz in un capannone di lamiera. Il centro di stoccaggio è risultato privo di ogni autorizzazione. In azione le pattuglie dell’ufficio prevenzione generale della polizia e gli uomini del nucleo operativo provinciale del corpo forestale

Polizia e corpo forestale durante le operazioni di sequestro

Scovato e sequestrato un centro di stoccaggio di rifiuti abusivo in via Guadagna. E' successo ieri pomeriggio. Tre persone sono state denunciate al termine del blitz messo a segno dalle pattuglie dell’ufficio prevenzione generale della polizia e dal nucleo operativo provinciale del corpo forestale.

"All’interno di un capannone di lamiera e nel piazzale del centro di stoccaggio abusivo - hanno spiegato le forze dell'ordine - erano accumulati numerosissime batterie esauste per auto, rifiuti pericolosi e altri rifiuti metallici, cavi di rame e parti di carrozzeria di auto verosimilmente provenienti da furto e ricettazione. Davanti al cancello c’erano un autocarro e una motoape carichi degli stessi rifiuti che stavano per essere depositati nel centro di stoccaggio abusivo. Il trasporto di entrambi i carichi non erano registrati nei formulari, così anche i due automezzi sono stati sequestrati dalle pattuglie della polizia e del corpo forestale":

Il centro di stoccaggio oltre che privo delle autorizzazioni è risultato in assenza di qualsiasi sistema di sicurezza e in difformità totale alla modalità di gestione dei rifiuti. Sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo il titolare e gestore del centro di stoccaggio (V.A. le iniziali), un uomo di 43 anni, il proprietario dell’autocarro (V.B.) di 24 anni, e un ragazzo di 23 (M.E.). "Il trattamento illegale di rifiuti pericolosi e la non tracciabilità - hanno spiegato le forze dell'ordine - mette in pericolo la salute pubblica e determina un grave danno ambientale".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Vincent scusi pensavo fosse riferito a me il suo commento

  • Vincent forse era lei a conoscenza e avrebbe dovuto segnalare agli organi competenti

    • Da come ha commentato precedentemente, non sembra. Tutto qui.

  • fanno bene che fanno gli appartamenti

    • Lei dove vive?

  • Avatar anonimo di Giacomo
    Giacomo

    Scusate per tutte le teste di *** che godono ditemi io sono anche un cianciaiolo (ferro vecchio) o una licenza ma non posso trasportare rifiuti speciali tipo pastiglie,batterie , ammortizzatori e motori di auto con olio quando invece chi a il formulare (a5 ) li può trasportare ora giudicate voi io inquino loro No?Non ridete sulle disgrazie della gente che lavora onestamente

    • E ti pareva che non doveva saltare fuori il solito personaggio che, con linguaggio aggressivo, ribadisce il principio che si può fare quello che cacchio ci pare, compreso inquinare, nel nome del classico "vuscarsi il pane". Gente che lavora onestamente, così ha definito questi signori che stoccano batterie esauste: sono sgomento.

      • Il commento che si trova più su è ben più grave...

  • Se ne sono accorti ora.....ma per favore...se ci fosse controllo del territorio ...non avrebbero niente da scoprire...

    • Visto che lei ne era a conoscenza, poteva benissimo segnalare prima...

  • Ottimo lavoro

  • La denuncia non basta! Questi qui rovinano l'intero ecosistema!

Notizie di oggi

  • Politica

    Ecoambiente dal primo giugno lascia Bellolampo: tutti i servizi passano alla Rap

  • Cronaca

    Anello ferroviario, ultimatum di Rfi a Tecnis: "Un mese di tempo per riprendere i lavori"

  • Cronaca

    Bagheria, medico del pronto soccorso denuncia: "Aggredito dal padre di una paziente"

  • Cronaca

    Tenta furto in un supermercato in via Messina Marine: banda del buco in arresto

I più letti della settimana

  • Ha il reddito di cittadinanza ma viene sorpreso a Sferracavallo mentre lavora in nero

  • Travolto da una moto in via Notarbartolo: il cuore si ferma, salvato da due passanti

  • La droga "calabrese" venduta a Palermo, i nomi degli arrestati

  • Fiumi di droga da Calabria e Campania: smantellata banda, 19 arresti

  • La coca sul camper e il maxi giro d'affari: "Che sono 300 chili di fumo? Un pelo di m..."

  • "Paga o ti faccio chiudere il cantiere": ma lui si ribella e fa arrestare uno dei Graviano

Torna su
PalermoToday è in caricamento