Gratteri, un giovane trovato morto in casa: una donna è in fin di vita

In un'abitazione di contrada Sillitta. Entrambi avevano della schiuma che usciva dalla bocca. Sul posto i carabinieri e il personale del 118. Non si esclude l'ipotesi dell'avvelenamento

i carabinieri sul luogo del ritrovamento

Macabra scoperta a Gratteri, in provincia di Palermo. Il cadavere di un 23enne originario di Termini Imerese, Giacomo La Cova, è stato trovato in un'abitazione in contrada Sillitta. In casa anche una donna di 47 anni, M.G.F., trovata riversa sul pavimento.

Sul posto i carabinieri e il personale medico del 118. I sanitari hanno accertato che il giovane era già morto, mentre la donna è stata stabilizzata e trasportata in elisoccorso a Palermo, dove si trova ricoverata in condizioni gravissime.

A fare la macabra scoperta è stato un cugino della vittima, che dopo aver bussato ripetutamente alla porta e non avendo ricevuto risposta, ha deciso di sfondarla. Il giovane e la donna - secondo quanto reso noto dai carabinieri - avevano della schiuma che usciva dalla bocca mentre non sono stati trovati segni di violenza. Non si esclude quindi la pista dell'avvelenamento.

I militari dell'Arma stanno interrogando i familiari e parenti per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento