C'è un fantasma a Palermo? Il mistero dell'uomo di corso Pisani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

C’è un fantasma a Palermo? Sì, a quanto sembra. Almeno stando a sentire Giovanni Barrile, autore del bestseller di Amazon “Il mistero dell'uomo di corso Pisani".

Il fatto accadde tantissimi anni fa, proprio in quella via. Un uomo misterioso, elegante e sorridente, improvvisamente si materializzò fra le pareti domestiche e altrettanto misteriosamente scomparve, regalando un saluto muto all’esterrefatta donna che abitava da poco tempo in quella casa. Gliene parlò tanti anni fa la madre, ha detto Barrile in un’intervista. Era lei la donna testimone del miracolo.

Unendo quella storia a un’altra, un fatto tragico di sangue e amore realmente accaduto nella Palermo dei salotti buoni di fine ottocento, Giovanni Barrile ha confezionato un racconto, quasi un giallo, mantenendo il timone della nazione perfettamente allineato ai valori attorno ai quali crea le sue storie. L’amore in primo luogo, come filo conduttore dell’esistenza.

Il protagonista, Andrea, giovane siciliano emigrato al Nord, già baciato dal successo ma ambizioso fino al punto da incrinare il rapporto con la propria donna, sarà risucchiato, una volta ritornato nella sua Palermo, nel vortice pazzesco di una dolorosa storia d’amore di altri tempi. Un giallo in attesa di essere finalmente svelato, un’immersione nel passato, inteso anche come tradizione, ricordi, radici, dal quale Andrea riemergerà con una consapevolezza maggiore di ciò che è più importante nella vita.

Torna su
PalermoToday è in caricamento