"Sicilia povera e vecchia, così i ragazzi fuggono": l'allarme dei vescovi

Anche la Conferenza episcopale siciliana mostra preoccupazione per i dati dell'Istat, in base ai quali la disoccupazione giovanile raggiunge quota 58 per cento: "Le nuove generazioni guardano la nostra terra come luogo di non crescita, senza futuro"

"In questo ultimo decennio si è assistito e si continua ad assistere a una crisi generazionale che vede la Sicilia sempre più povera e vecchia. I giovani guardano la nostra terra come luogo di non crescita, senza futuro: l'unica via è la fuga". Lo scrivono i vescovi siciliani nel documento finale elaborato al termine dei lavori della sessione invernale della Conferenza episcopale siciliana, presieduti dal monsignor Salvatore Gristina, arcivescovo di Catania, che si sono svolti a Palermo.

I presuli, ricordando i dati dell'Istat in base ai quali la disoccupazione giovanile raggiunge quota 58 per cento, hanno sottolineato come la "situazione migratoria" colpisca soprattutto le aree interne dell'Isola, le zone montane che, "nonostante il grande patrimonio culturale e artistico di cui sono ricche, non sono state valorizzate adeguatamente dalle istituzioni, mancando di capacità imprenditoriale e di cultura del lavoro". Così, avverte la Cesi, "quei giovani, che hanno scommesso sull'apertura di aziende, sono scappati in poco tempo non solo per la crisi economica, ma anche per la mancanza di vie di comunicazione adeguate allo sviluppo economico".

"Dal punto di vista della fede - concludono i vescovi - si può affermare che i giovani del millennio sono una 'generazione di mezzo', sospesi tra un modello tradizionale-istituzionale tipico del passato e un modello nuovo, de-istituzionalizzato, tipico della cultura del tempo presente. Bisogna avere il coraggio di porre fiducia nei giovani. Essi non hanno abbandonato la fede secondo il modello dentro/fuori, ma più semplicemente hanno rinviato tale discorso a tempi futuri. Bisogna credere che i giovani, per quanto apparentemente lontani dai discorsi religiosi, sono aperti alle novità della vita e non escludono un eventuale riavvicinamento alla fede, secondo forme più adeguate alla loro età".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (14)

  • Orlando? Cosa ne pensa?

  • Anche l'iniziativa privata a Palermo non è che sia sostenuta da questi politici, anzi al contrario è vessata con tasse, balzelli e continui lavori pubblici a tempo indeterminato rendendoti la vita impossibile e conducendoti alla chiusura.

  • Ti assicuro che qui non è Edoardo qui si lavora per vivere,qui fai un percorso di integrazione serio!qui vai a scuola per imparare il tedesco,qui ti formano per diventare un professionista specializzato nel tuo lavoro...ma capisci bene che tutto questo non arriva dal nulla...ci vuole tanto ma tanto sacrificio,impegno e volontà .... sopratutto quando hai una certa età !!! Nessuno regala nulla ms di sicuro hai un appoggio concreto! Lo Stato!!! Quello che é sempre mancato in Italia! Qui non é Eldorado ma puoi sperare di vivere in modo dignitoso!!!quello che chiedo io come credo i milioni di emigrati é solo di potere avere questa possibilità a casa nostra!senza dover privare i nostri figli dell‘amore dei nonni degli zii e della famiglia in generale! Chi non ci passa non può capire! Sapete quanto é dura vedere tua figlia che piange al telefono con la nonna chiedendogli quando vieni?mi manchi! No non si può capire,solo chi vive certe situazioni comprende realmente cosa significa emigrare... non cercavo Eldorado ma solo dignità !!! Vorrei e spero che in Italia possa funzionare tutto un giorno come funziona qui...perché non c‘e niete di più bello dei nostri Valori“famiglia,amicizia,altruismo“ ne dei nostri colori,profumi che solo la mia amata palermo può darmi!vorrei che i miei figli possano conoscere ,apprezzare,amare la nostra terra come l‘ho amata io e io possa tornare ad essere orgoglioso di essere Italiano.

  • la colpa è di chi ti governa,basti pensare che le priorità di oggi sono di speculare sull'immigrazione.

  • La retorica dei "giovani" è vecchia. Mi limito a dire: se i "giovani" sono senza arte né parte, come fanno nulla (o lavori umili) qua, faranno nulla o lavori umili altrove. Le migrazioni economiche sono alimentate sempre dalla stessa illusione o speranza: che da qualche parte (la meta della migrazione) ci sia el dorado

    • Avatar anonimo di Mir
      Mir

      Sì vede che straparli inutilmente...guarda che a partire c è anche gente molto più istruita e preparata di te....ammesso tu lo sia...continua a sentirti al di sopra di tutti e a sparare ca**** dal bunker dove vivi. .hai sempre ragione sei un genio  sciupato per questo mondo di volgo ...però una visita da uno buono te la consiglio sempre

  • A creare questa situazione ha contribuito in massima parte il PD, che nel corso degli anni si è allontanato in maniera incosciente e criminale dal popolo che invece doveva assistere e curare pensando ai fatti propri interni di partito e fregandosene di tutto e di tutti mandando tutto in malora. Adesso che il guaio è diventato irrimediabile stanno ancora lì a cincischiare con un partito che non esiste più per la gente.

  • Buongiorno,i Vescovi hanno proprio ragione e non ci vogliono le statistiche istat per vedere quello che negli ultimi anni sta succedendo in Sicilia ,io sono uno di quei giovani non più tanto giovane costretto ad emigrare in Germania con mia moglie e mia figlia di solo un anno.quasi tre anni fa esattamente il 16 giugno del 2016 ho smontato la mia casa dove avevo messo su famiglia ,dove avrei voluto far crescere i miei figli,perché non riuscivo più a pagare l‘affitto e il frigorifero era quasi sempre vuoto ormai da un anno....con un macigno sullo stomaco e 2 sul cuore abbiamo cominciato a fare i pacchi per il trasloco.non vi sto a dire la rabbia che provavo,credo che possiate immaginare!dopo qualche giorno mi sono trovato qui,in una terra che non é la mia,con un altra lingua e costretto a ricominciare da 0 a 40anni....qui posso dire che sono stato aiutato da chi mi ha ospitato e dallo stato tedesco ,mi hanno dato la speranza di un futuro migliore ,sopratutto per i miei figli che oggi sono 2,ma non c‘é giorno che non pensi alla mia terra,non c‘é attimo che non mi manchino i miei affetti e non c’è cosa peggiore di vedere la tua famiglia star male per una scelta obbligata!!! Oggi mi rivolgo a questo governo che tanto ha fatto in questi 6 mesi di insediamento e che spero continui a fare! Pensate anche a noi figli della stessa Italia ,costretti e ripeto costretti dagli eventi a prendere decisioni drastiche....abbiamo diritto anche noi a sperare che ci possa essere un futuro nella nostra amata Palermo...c‘e chi ci chiama codardi perché siamo scappati ,io invece mi reputo un coraggioso!perché non é affatto facile ricominciare da 0 a 40 anni!!!ministro Di maio le ho scritto diverse volte in privato ma credo che ormai è troppo impegnato per leggere ,non la condanno perché sta facendo davvero tanto ,ma le ricordo ancora una volta di pensare anche alle centinaia di persone come me costrette ad emigrare!grazie. Salvatore Vitale.

    • caro salvo io sono uno come te deluso della nostra bella palermo.e'dal 2006 che vivo a verona e anch io ancora adesso ho rabbia,come te ho lasciato i miei affetti,poi quando hai la Mamma anziana è ancora più brutto.e'durissima stare fuori la nostra terra,certo tu di più perché sei con una lingua diversa.tieni duro.ho un fratello che vive karlsruhe.auguri è forza palermooooo ad agosto vai a goderti le ferie

  • La CESi se ne accorge adesso... certo, ognuno ha i suoi tempi... meglio tardi che mai

  • non preoccupatevi ...ollando rimpiazza con gli eruditi e civili immigrati del ghana ...!!!

    • Cosa c'entrano gli immigrati? La Sicilia è povera da moltissimi anni.

      • la risposta della comunista iris ... non poteva mancare ...!!!

  • Avatar anonimo di salvatore
    salvatore

    Con orgoglio cerchiamo di risvegliare le capacità imprenditoriali !

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "I picciuli o ti finisci male": incappucciati, con pistola e accetta rapinano distributore di benzina

  • Politica

    "Cittadino italiano", il giuramento davanti al sindaco: risolto il caso del giovane figlio di rifugiati

  • Cronaca

    Omicidio a Partinico, donna accoltella il marito e poi si costituisce

  • Cronaca

    "Finiti i lavori sul ponte di via Basile": viale Regione torna alla normalità

I più letti della settimana

  • Boss si pente, terremoto nella mafia palermitana: arrestati il nipote del "Papa" e il figlio di Lo Piccolo

  • Incidente sulla Palermo-Sciacca, auto contro scooter: morto sedicenne

  • Via Oreto, muore d'infarto mentre è al volante

  • Inseguimento da film, furgone contromano in viale Regione si scontra con la polizia: 4 feriti

  • Maxi incidente al porto, coinvolte tre auto e una volante della polizia

  • Tragedia al Tc3, morto assicuratore: 10 anni fa attraversò lo stretto di Gibilterra a nuoto

Torna su
PalermoToday è in caricamento