In viale Regione col furgone pieno di resti di pecore e cavalli, scoperto un macello abusivo

La polizia municipale ha denunciato un sessantenne che stava per scaricare gli scarti della lavorazione nel cassonetto. E' stato lui stesso, una volta messo alle strette, a condurre gli agenti nel casolare in cui c'erano ancora 10 ovini pronti per essere fatti a pezzi

Il macello clandestino

Dall'odore nauseabondo proveniente dal retro di un furgone gli agenti sono arrivati a un macello clandestino, scoperto dalle parti di viale Regione Siciliana, non lontano dall’ospedale Cervello. Dentro c'erano 10 ovini appesi ai ganci e già privati delle interiora. L’intervento è scaturito durante i servizi di controllo del territorio predisposti dal comandante Gabriele Marchese e finalizzati al contrasto dell’abbandono illecito di rifiuti.

Una pattuglia di motociclisti ha individuato nella bretella laterale della circonvallazione in direzione Catania, all’altezza di via Trabucco, un autocarro Renault Trafic fermo davanti ai cassonetti dei rifiuti. Alla vista dei vigili un uomo è tornato di gran fretta al volante cercando di allontanarsi. E' stato però fermato e identificato: si trattava di un sessantenne sprovvisto della patente perché ritirata in precedenza. Il veicolo era privo di assicurazione.

L'intervento della polizia municipale | VIDEO

"Mentre procedevano alle sanzioni e al sequestro del mezzo - spiega la polizia municipale - gli agenti hanno avvertito un odore nauseabondo provenire dal furgone e ispezionandolo hanno notato due sacchi neri. All'interno c'erano i resti di un puledro e residui di lana e zampe di ovini". Le indagini hanno permesso di risalire al casolare trasformato in macello "nella completa assenza delle più elementari norme igienico sanitarie".

All'interno della struttura abusiva sono stati trovati anche i resti della macellazione del cavallo avvenuta alcuni giorni prima. C'erano poi altri sacchi colmi con resti di macellazione contenuti in sacchi. "Se non ci fosse stato l’intervento degli agenti - spiegano dalla polizia municipale - anche questi sarebbero finiti nei cassonetti dei rifiuti urbani".

Il sessantenne con precedenti penali per furto aggravato, scasso, guida senza patente, macellazione abusiva e commercio di derrate alimentari scadute è stato denunciato all’autorità giudiziaria per macellazione clandestina.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sperone sotto shock, annuncia suicidio su Facebook e si toglie la vita

  • E' morto "U Zu Totò", per 50 anni ha fritto panelle e crocchè accanto alla Fiera

  • I palermitani con la colla sulle mani, la "banda dell'Attak" fermata prima del colpo in banca

  • Tragedia a San Lorenzo, donna accusa malore e muore fuori da un locale

  • Papà di tre bimbe sparisce nel nulla, ore di angoscia per i familiari di Alfonso Bagnasco

  • Incidente sulla Palermo-Mazara, tir sbanda e il conducente viene sbalzato sull'asfalto: è grave

Torna su
PalermoToday è in caricamento