Ragazzino nel mirino dei bulli, il video del pestaggio diventa virale sui social: 3 denunce

Dopo la denuncia presentata dai genitori della vittima la polizia di Cefalù ha individuato i responsabili. Si tratta di tre quindicenni che per mesi lo avrebbero umiliato e deriso noncuranti della sua lieve disabilità

(foto archivio)

Deriso, aggredito e filmato con il cellulare da un gruppo di ragazzini che poi ha fatto anche circolare quel video facendolo diventare virale. Tre quindicenni di Cefalù sono stati denunciati dalla polizia per stalking, percosse, violenze, minacce e diffamazione con l’aggravante di aver preso di mira un quattordicenne con una lieve disabilità. Sottoposti a sequestro i cellulari utilizzati per diffondere il video.

Dalla vicenda avvenuta negli scorsi giorni gli investigatori, con il contributo del quattordicenne e dei genitori, hanno accertato come il giovane subisse da mesi vessazioni, umiliazioni, violenze psicologiche e fisiche da alcuni coetanei. Uno di loro in particolare “lo insultava e percuoteva sistematicamente malgrado la vittima lo implorasse di smetterla”.

In una di queste occasioni - ricostruisce la polizia - lo stesso giovane aggressore avrebbe preso a pugni il quattordicenne, facendolo cadere, insultandolo e utilizzando “epiteti e parole di chiara matrice denigratoria e derisoria”. E mentre lo picchiava qualcun altro avrebbe ripreso tutto con uno smartphone, incoraggiando e istigando il bullo a non fermarsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stanchi della situazione il giovane e i suoi genitori hanno sporto denuncia in commissariato riferendo l’ultimo episodio di bullismo avvenuto in una zona di campagna non distante da Cefalù. Quello durante il quale sarebbe stato girato il video diventato poi virale. Tra le informazioni raccolte in prima battuta, le indagini, i sopralluoghi e l’analisi dei frammenti video la polizia è riuscita a individuare in poche ore i responsabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • L'incidente di Bonagia, lacrime a "Dallas": morto diciottenne

  • E' subito folla alla Vucciria, Taverna Azzurra quasi come in periodo "pre-Covid"

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento