Coronavirus, Unicredit non chiude: sportelli bancomat aperti, in filiale su appuntamento

In molte città d'Italia chiudono mentre a Palermo tutte le banche del gruppo restano aperte adottando alcune misure: "Vogliamo limitare le situazioni di disagio sia per la clientela sia per i dipendenti presenti". Ecco le sedi che resteranno attive anche in provincia

Mentre in Cina sterilizzano i contanti, in Italia le banche non vengono travolte dalla stretta di un decreto che pur di contenere i contagiati da Coronavirus chiude tutto, o quasi. Per precauzione, così, Unicredit chiude alcune filiali in Italia (anche se i bancomat per il prelievo di contanti o per i versamenti resteranno tutti operativi) ma a Palermo le banche restano tutte aperte. Per pratiche relative a mutui, prestiti, titoli e conti corrente la banca stessa consiglia però di prendere un appuntamento. 

Un'esigenza, quella del gruppo bancario, dettata dall'emergenza sanitaria che interessa l'intero Paese. "Allo scopo di contenere al massimo la numerosità delle persone presenti all’interno delle filiali, nei momenti di maggiore afflusso della clientela l’accesso ai locali potrà essere temporaneamente ridotto - fanno sapere da Unicredit -. Tale misura precauzionale si inserisce nel contesto delle azioni adottate da UniCredit per limitare situazioni di disagio sia per la clientela sia per i dipendenti presenti in filiale. Inoltre, in base a quanto stabilito dal decreto, viene richiesto di rispettare la distanza di almeno un metro sia tra clienti e personale, sia tra i clienti stessi".

Per tutelare la salute dei suoi dipendenti - e anche dei suoi clienti - anche Unicredit così ricorre allo smart working. "La banca sta incoraggiando i dipendenti che si trovano nelle città più colpite dall’emergenza ad affidarsi a soluzioni alternative di lavoro condivise, come ad esempio, ove possibile, il lavoro a distanza da casa - proseguono -. UniCredit ha inoltre rafforzato, in questi giorni, un’iniziativa importante: l’utilizzo della consulenza a distanza. La banca ha circa 500 mila clienti che già si avvalgono di questa modalità che sarà allargata ad un altro milione. Già oggi 2.400 consulenti nelle agenzie e 400 colleghi di Unicredit direct possono essere contattati direttamente dalla residenza dei nostri clienti".

In questo momento così difficile, inoltre, Unicredit (insieme a Unicredit Foundation) supporta il Dipartimento della Protezione Civile con un contributo di un milione e mezzo di euro che servirà per l'acquisto di mascherine, materiale sanitario e dispositivi medici necessari a combattere il virus. "Dopo la prima donazione di 500 mila euro della scorsa settimana - fanno sapere ancora da Unicredit - il gruppo metterà gratuitamente a disposizione della Protezione Civile tutti i servizi bancari necessari a supporto di tutte le attività messe in atto durante la crisi". 

Tutte le filiali aperte a Palermo 

A Palermo restano aperte solo quelle di via Roma 183, via Leonardo Da Vinci 50, piazza Vittorio Emanuele Orlando 5, corso dei Mille 280/a, via Dante 71, corso Tukory 10, via della Libertà 46, viale Strasburgo 562, via Terrasanta 8, piazza Don Bosco 5, via dei Cantieri 14, via marchese di Villabianca 113, via Empedocle Restivo 14, piazza Torrelunga 5, piazza Unità d'Italia 16, via Roma 406, viale Principe di Scalea 25, via Campolo 71, via Leonardo Da Vinci 152, corso Calatafimi 997, via Brunelleschi 52, via Ruggero Settimo 26, corso Finocchiaro Aprile 192, via Notarbartolo 33 (angolo via Morello), corso Calatafimi 249, viale Emilia 41 (angolo viale Campania), via Ausonia 85, via Oreto nuova 326, via Giuseppe Li Bassi 14, viale della Libertà 185A, viale delle Scienze (alla facoltà di Ingegneria) e infine via Sciuti 138. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le filiali aperte nei comuni della provincia 

Altofonte in via Cavour, 10    
Bagheria in via Federico II, 56    
Bagheria in corso Umberto I, 85    
Balestrate in piazza Rettore Evola, 1    
Belmonte Mezzagno in Piazza Garibaldi, 21    
Caccamo in Corso Umberto I, 161    
Caltavuturo in piazzetta Giovanni XXIII, 9    
Campofelice di Roccella in piazza Garibaldi, 21    
Camporeale in via Umberto, 22    
Capaci in via Domenico Sommariva, 58/60
Carini in via Umberto I, 52    
Castelbuono in piazza Matteotti, 11    
Casteldaccia in piazza Dante (angolo via Emilia)
Castronovo di Sicilia in largo del Carmelo, 3    
Cefalù in piazza Garibaldi, 2    
Cerda in via Roma, 188    
Chiusa Sclafani    in piazza Santa Rosalia, 28    
Ciminna in piazza Umberto I, 7/9    
Cinisi in via Umberto I, 34    
Collesano in via Domenico Di Bernardo, 11
Corleone in piazza Nascè, 12    
Ficarazzi in piazza Aldo Moro (angolo via Bottego) 
Gangi in via Nazionale, 98/100    
Marineo in via Agrigento, 17    
Misilmeri in piazza Comitato 1860, 7    
Monreale in via Benedetto D'Acquisto, 6
Partinico in largo Modica, 9 (angolo corso dei Mille)
Petralia Soprana in via Primo Maggio, 19/21
Piana degli Albanesi in via Giorgio Kastriota, 109    
Prizzi in via Commenda, 7    
San Giuseppe Jato in via Umberto I, 377 (angolo via Nuova)    
Santa Flavia in piazza La Placa (angolo via Della Chiesa)
Termini Imerese in via Falcone e Borsellino, 87    
Trabia in via La Masa, 87    
Valledolmo in via Cadorna, 93    
Villabate in corso Vittorio Emanuele, 342/344

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Prima un'erezione di 4 ore, poi la morte: come riconoscere il velenosissimo ragno delle banane

  • Folla senza mascherina al Berlin, scatta chiusura: "Denunciato il titolare"

  • Sanità palermitana in lutto, è morto il cardiologo Giuseppe Andolina

  • Appalti, scommesse e pizzo: undici arresti per mafia tra Noce e Cruillas

Torna su
PalermoToday è in caricamento