Molara, colpi di pistola nella notte contro la saracinesca di una tabaccheria

A indagare i carabinieri che hanno effettuato i rilievi in via Aquino Molara. Il commerciante ha riferito di non aver ricevuto minacce o richieste estorsive. Al vaglio le immagini di alcune telecamere

L'ingresso della tabaccheria alla Molara (foto archivio)

Colpi di pistola contro la saracinesca di una tabaccheria alla Molara. Il titolare della rivendita Gorgone di via Aquino Molara ieri mattina ha denunciato l'episodio ai carabinieri. Gli spari sono stati avvertiti dai residenti nella notte tra lunedì e domenica. Sul posto è intervenuto anche il personale della Sezione investigazioni scientifiche che ha effettuato i rilievi.

Secondo quanto riferito da alcuni abitanti della zona i colpi sarebbero stati esplosi intorno all'una di notte. Gli investigatori hanno acquisito le immagini di alcuni sistemi di videosorveglianza cercando dettagli utili per risalire all'autore di quella che sembrerebbe a tutti gli effetti un'intimidazione. Il commerciante però ha riferito di non aver ricevuto minacce o richieste estorsive.

Un episodio simile è stato registrato lo scorso aprile nella zona della Zisa. Nel mirino un artigiano che lavora il vetro in via D'Ossuna. Quando l'uomo si è accorto di quei fori sulla saracinesca ha contattato la polizia che è intervenuta insieme ai colleghi della Scientifica. Almeno tre i colpi esplosi nel cuore della notte che però nessuno tra i residenti avrebbe sentito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento